“Puoi essere chiunque desideri”: la Barbie in edizione limitata simbolo di emancipazione

La Mattel sta producendo una nuova barbie, intenta in un lavoro considerato da uomini. Una vera rivoluzione in un paese che sta cambiando da poco le sue politiche relative ai lavori adatti alle donne.

Barbie (fonte Instagram @barbie)
Barbie (fonte Instagram @barbie)

Il ruolo della donna, ancora nella nostra epoca, non è pienamente equiparato a quello degli uomini. Sono tanti i campi in cui bisogna apportare diverse modifiche: da quello lavorativo, sociale fino al politico.

Di certo, rispetto a qualche anno fa si sono fatti dei bei passi avanti, anche grazie al supporto di alcune aziende che si sono mosse verso questa direzione.

Una tra queste è ad esempio la Mattel, conosciuta nel mondo per la produzione della bambola più famosa di tutte, la Barbie.

L’azienda è stata per diverso tempo oggetto di critiche da parte società che considerava, le Barbie, un prodotto frutto della società patriarcale in cui viviamo.

Dopo le continue critiche, l’azienda ha deciso di rivoluzionarsi completamente mostrando al mondo una nuova versione di sé. Da allora sono nate diverse rappresentazioni della bambola impiegata in lavori non puramente femminili.

Ecco allora che la Barbie si è trasformata in un astronauta, scienziata, pasticcera, dottoressa, atleta, eroe. Infatti l’obiettivo dell’azienda è quello di far passare il messaggio che anche le bambine e poi le donne sono in grado di diventare qualsiasi cosa vogliono.

Barbie macchinista: un nuovo simbolo di emancipazione

barbie macchinista mosca
Fonte: Instagram

Un messaggio che si sta attuando in questo periodo proprio in Russia, dal momento che si sta introducendo una nuova figura.

La Barbie in questione cavalca la rivoluzione che si sta attuando nel Paese russo, infatti dal 2021 la lista delle professioni vietate in Russia si accorcia.

Così il Paese ha aperto alle donne la possibilità di diventare delle macchiniste.

Infatti il 1° Gennaio le prime macchiniste russe hanno guidato la metropolitana di Mosca e con l’occasione è stata stretta una partnership con la Mattel. Questa ha portato all’introduzione di tessere abbonamento raffiguranti donne in carriera accompagnate dalla scritta:Puoi essere chiunque tu voglia“.

Il Paese ha vietato determinate professioni alle donne perché ritenute in grado di danneggiare la “salute riproduttiva” di quest’ultima. Ora però la professione da macchinista è stata sbloccata perché considerata più sicura rispetto a diverso tempo fa.

Insieme a questa ci sono state altre aperture nei confronti di lavori come conducente di mezzi pesanti e paracadutista.

Le Barbie che rappresentano le macchiniste sono vestite di tutto punto e sono vendute in una confezione che ricorda la forma di un vagone.

E voi unimamme eravate a conoscenza di questa notizia sulle Barbie?