Il lockdown provocherà quasi 2 milioni di morti, sostiene la scienza

La sedentarietà dovuta al lockdown sta causando pesanti conseguenze sulla salute delle persone.

conseguenze lockdown su salute

 

I vari lockdown che si sono succeduti da marzo 2020 stanno causando varie conseguenze non solo psicologiche, sulla salute delle persone.

Qualche mese fa uno studio sull’impatto del primo lockdown su bambini e ragazzi aveva visto un aumento di disturbi da stress post traumatico.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità i lockdown hanno causato l’aumento di stress, ansia, sintomi depressivi, insonnia, ecc… i problemi però non riguardano solo l’ambito psicologico, ma anche quello fisico.

Chiusure: cosa succede al nostro fisico se non facciamo esercizio

sedentarietà killer

L’Oms ha sottolineato che, dal momento che stiamo chiusi in casa siamo diventati più sedentari e più inclini a tenere una dieta malsana, mangiando cibo spazzatura e bevendo alcol.

Ricordatevi però che, secondo uno studio se una mamma mangia cibo spazzatura in gravidanza il figlio rischia di essere dipendente.

Ritornando alle conseguenze del lockdown si stima che le chiusure, le varie limitazioni per arginare il contagio da Covid-19 potrebbero causare 1,7 milioni di morti e 11,7 milioni di casi di diabete di tipo 2.

Lo studio è della Scuola di Scienze Campus Bauru (UNESP) dell’Università Statale di San Paolo ed è stato pubblicato su Frontiers in Endocrinology.

La ricerca, condotta da una squadra coordinata dal professor Emmanuel Gomes Ciolac e dalla dottoressa Isabela Roque Marcal presso l’Exercise and Chronic Disease Research Laboratory, ha condotto un meticoloso lavoro di revisione.

Ecco come è stato condotto lo studio:

  • sono stati analizzati i risultati di un sondaggio online internazionale
  • il sondaggio è stato approntato da 35 istituti di ricerca sparsi per il mondo
  • al sondaggio hanno risposto 1000 volontari

I risultati hanno mostrato:

  • una riduzione del 35% dell’attività fisica
  • un aumento del 28,6% della sedentarietà legata a una dieta con tanti cibi già pronti
  • il 57,3% delle persone con età superiore a 50 anni
  • il 57,7% di quelli che sono a rischio diabete non stavano rispettando le linee guida dell’Oms sull’attività fisica

L’OMS infatti consiglia 150 minuti di esercizio aerobico moderato o 75 minuti di esercizio fisico intenso a settimana per gli adulti tra i 18 e i 64 anni.

Tenendo in considerazione i casi di diabete risalenti al 2019 i ricercatori brasiliani hanno stimato che il lockdown e lo stile di vita ad esso associato e precedentemente esposto costerà:

  • il 9,6% di nuovi casi di diabete di tipo 2 (11,1 milioni) e del
  • 12,5% (1,7 milioni) dei decessi

se queste persone non rispetteranno i suggerimenti dell’OMS.

I medici dell’OMS suggeriscono di seguire lezioni di ginnastica online, di camminare o correre in giardino o di dedicarsi ad attività che comportino comunque un po’ di moto.

Chi invece fa smartworking dovrebbe alzarsi ogni 30 minuti e fare un po’ di esercizio.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questi risultati?