Le bugie sono “visibili”: ecco come scoprirle

Chi mente può essere scoperto; è quello che sostiene uno studio scientifico che ha analizzato chi dice le bugie.Come scoprire chi mente

Unimamme, un recente studio ha dimostrato che esiste un modo efficace per capire se il nostro interlocutore ci sta mentendo. Non ci sono domande particolare da porgli, ma bisogna concentrarsi su alcuni aspetti mentre ci parla.

Il tutto è stato riportato su di un’importante rivista scientifica la Royal Society Open Science. Questa nuova scoperta potrà essere utile anche agli investigatori per verificare l’attendibilità dei testimoni. Qui invece dei consigli per capire se i vostri figli vi stanno dicendo delle bugie.

Come scoprire se una persona dice le bugie: la spiegazione in uno studio scientifico

Per capire se la persona con la quale stiamo parlando ci sta mentendo bisogna osservare i suoi gesti, come si muove. Mentire

Secondo lo studio chi sta dicendo una bugia tende ad imitare i gesti del suo interlocutore. Un’azione involontaria che i bugiardi non riescono a controllare.

Quest’affermazione è supportato da uno studio scientifico che è stato svolto da un gruppo di psicologi dell’Erasmus University di Rotterdam nei Paesi Bassi.

Per effettuarlo sono stati selezionati una cinquantina di studenti ai quali si è chiesto di risolvere un puzzle di legno in 5 minuti. Un lasso di tempo troppo breve per risolvere il rompicapo, ma fa tutto parte dello studio. Una delle autrici, la Dottoressa Sofia van der Zee ha raccontato di aver detto agli studenti che aveva nascosto le istruzioni per risolvere il puzzle nella stanza, ma ha poi chiesto ai ragazzi di non fare parola di questa sua “dimenticanza” perché temeva un rimprovero dai suoi supervisori.

La Dottoressa ha poi lasciato la stanza, ma insieme ai suoi colleghi ha comunque controllato gli studenti registrando le conversazioni. I movimenti del corpo degli studenti sono stati studiati attraverso un particolare strumento, un accelerometro wireless.

Dai dati ricavati si è notato che quando i partecipanti erano onesti si muovevano in modo diverso dai compagni, quando invece mentivano tendevano a copiare i gesti della persona con la quale stavano parlando.

Ad essere analizzati sono i movimenti di alcune parti del corpo:

  • capo
  • petto
  • polsi

Quindi quando siamo sinceri ci muoviamo con più disinvoltura, mentre quando mentiamo siamo concentrati a raccontare la storia senza sbagliare e non riusciamo anche a controllare le nostre reazioni ed inconsapevolmente imitiamo quelle del nostro interlocutore.

Dei movimenti quasi impercettibili dall’occhio umano , ma che non sono sfuggiti all’accelerometro. C’è però un punto sul quale ancora si sta lavorando perché lo strumento rivela che i movimenti tra due persone che stanno parlando sono simili, ma non è in grado di stabilire chi dei due in quel momento sta mentendo.

Voi unimamme conoscete altre tecniche per scoprire chi sta mentendo? Osserverete con più attenzione ora?