La Caserma: quanta confusione tra alvo e menarca?

“Alvo regolare?”, “A che età il menarca?”… Ecco le prime domande che hanno mandato in crisi i ragazzi e le ragazze di La Caserma, il nuovo reality che inizia oggi su Rai Due.

La caserma
Foto da Instagram @
instarai2

Inizia il nuovo reality di Rai Due, quello che aspira a superare anche i successi di Il Collegio, nocche i suoi momenti più ilari in cui anche l’ignoranza fa decisamente ridere.

Si chiama La Caserma e questa sera sta andando in scena il primissimo appuntamento che vede ragazzi e ragazze arrivare nel luogo prescelto per iniziare la propria avventura.

Già i primi incontri con lo staff della caserma manda però in crisi i giovani a suon di domande apparentemente imperscrutabili.

Alveo e menarca: panico a La Caserma

concorrente la caserma
Foto da Instagram @

“Ha un alvo regolare?”. “A quanti anni il menarca?”.

Sono questi due i quesiti che mandano in confusione rispettivamente i ragazzi e le ragazze di La Caserma.

Il reality pone subito i giovani concorrenti di fronte al primo scoglio: la visita medica.

Dopo bilancia, misura dell’altezza e quesiti su allergie alimentari e qualità del sonno il medico chiede ai ragazzi: “hai un alvo regolare?” Sul volto dei giovani cadetti si disegnano veri e propri punti interrogativi: ma che cosa è questo alveo?

Dopo minuti di imbarazzante silenzio, il medico spiga che la domanda riguardava la regolarità dell’evacuazione: “vai regolarmente al bagno?”

Le giovani cadette non sono però da meno. Il loro quesito possibile riguarda un non bel identificato “menarca” del quale si chiede l’età. Sarà un avo, un qualche parente ignoto? No, si tratta del primo ciclo mestruale. Anche in questo caso è però il medico a dover chiarire il quesito di fronte a volti decisamente imbarazzanti delle fanciulle ignare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LA CASERMA (@lacasermaufficialeraii)

Inizia così in una vera e propria nube di dubbi e con un’aurea quasi di mistero La Caserma, il nuovo reality che si propone di gettare una luce inedita sulla gioventù moderna e sulla sua tempra morale: i ragazzi più incorreggibili verranno piegati dalle regole della vita militare. Staremo a vedere.