Le insicurezze delle neomamme e l’appello agli stilisti dell’attrice Blake Lively

A più di un anno dall’ultima gravidanza, la famosa attrice Blake Lively racconta i suoi disagi dopo il parto e fa un appello agli stilisti: “Mi sentivo insicura”.

fonte: Getty

Iconica Serena van der Woodsen nella serie cult Gossip Girl, la bellissima Blake Lively è ormai madre di tre figli di cui l’ultimo, nato poco più di un anno fa. Negli innumerevoli red carpet l’attrice non ha mai smesso di stupire per la bellezza e la raffinatezza dei suoi outfit.

A fine 2019, infatti, la Lively ha avuto l’ultimo figlio con il marito Ryan Reynolds e, già durante la gravidanza, ha stupito con iconici vestiti resi ancora più belli dal pancione: tutto frutto del suo buon gusto dato che, come già dichiarato in passato, la donna si lascia aiutare raramente da una stylist.

Nonostante la sua bellezza raggiante e il suo fascino durante gli ultimi mesi di gravidanza e i primi dopo il parto, Blake Lively ha voluto raccontare delle sue insicurezze attraverso una stories pubblicata sul suo profilo Instagram. Ecco cosa ha scritto l’attrice.

Blake Lively dopo il terzo parto: “Mi sono sentita insicura” e fa un appello per tutte le neomamme

fonte: getty

Star di Hollywood e indiscussa icona di stile, Blake Lively questo weekend ha fatto parlare di sè: sul suo account social di Instagram, la donna, ha pubblicato una foto e ha parlato delle insucurezze legate al suo corpo. Dopo tre gravidanze, infatti, l’attrice ha parlato del suo approccio alla moda.

La foto pubblicata da Blake riguarda una sua partecipazione al The Tonight Show di Jimmy Fellon: per l’occasione l’attrice indossò una camicia di Lanvin e un vestito acquistato su Net-a-porter. Nonostante la bellezza dell’outfit, tuttavia, l’attrice ha dichiarato di aver faticato a trovare qualcosa da indossare che la facesse sentire bene con sè stessa.

blake lively incinta
Fonte: Instagram @Blake Lively

Per creare quell’outfit ho dovuto mettere insieme una camicia e un vestito di Lanvin presi su Net-à-porter perché nessuno stilista aveva dei campioni che mi stessero bene e al contempo moltissimi negozi non avevano vestiti che mi entrassero“, ha raccontato la donna.

Il suo racconto, infatti, ha l’intento di lanciare un messaggio a tutte quelle neomamme che, dopo il parto, faticano a riconoscere il cambiamento del proprio corpo sia a causa della gravidanza che per lo stress che la stessa nascita comporta.

fonte: Instagram, @blakelively

Indossare bei vestiti che facciano sentire a proprio agio una donna che ha da poco dato alla luce un figlio, secondo la Lively, sarebbe d’aiuto per tutte le neomamme: per questa ragione gli stilisti e i grandi brand dovrebbero adattare le proprie collezioni.Non è bello per le neomamme vedere che il loro corpo non si adatta alle misure che offrono i marchi. È alienante e ti disorienta“, ha scritto la donna, riferendosi alle sue insicurezze.

Insicurezze che, con il tempo sono state superate dalla bellissima attrice che, ha infatti aggiunto: “Quel corpo mi ha permesso di avere un bambino e di nutrirlo. Un vero miracolo. Ma invece di esserne orgogliosa mi sentivo insicura, solo perché non entravo nei vestiti. A pensarci adesso è così sciocco“.

Il problema sollevato dalla Lively, tuttavia, non è un problema poco comune: sono tante le donne che non accettano la metamorfosi del proprio corpo e una moda poco inclusiva contribuisce ad aggravare questa spirale di insicurezze. L’appello dell’attrice non è speciale perché riguarda ogni neo-mamma e, con una buona dose di speranza, potrebbe essere accolto dalle case di moda.

E voi Unimamme, che ne pensate?