Vaccino covid, cosa si potrà fare una volta vaccinati? Le risposte degli esperti

Il numero di persone vaccinate è in continuo aumento, di conseguenza, molti si chiedono se, una volta vaccinati, potranno cominciare a condurre una vita normale. Gli esperti rispondono a tutti i dubbi in merito alle attività sociali che potranno essere ripristinate una volta effettuato il vaccino  contro il covid

Vaccino e covid

La pandemia da SARS-CoV 2 è in atto da ormai 1 anno causando 2,3 milioni di morti in tutto il mondo. La scoperta di un vaccino contro il covid e la sua distribuzione ha comportato, necessariamente, il sorgere di domande in merito alla possibilità o meno di riprendere a vivere la vita di prima.

In particolare, ci si chiede se si potrà svolgere attività come incontrare amici, andare nei locali al chiuso o, semplicemente, andare a fare la spesa senza indossare i dispositivi di sicurezza, una volta effettuato il vaccino.

A questi quesiti hanno risposto diversi esperti su National Geographic.

Cosa si potrà fare dopo il vaccino?

1-Chi ha effettuato il vaccino può trasmettere il virus a chi non non l’ha ancora fatto?

Si tratta di una questione ancora poco chiara. Stando ai dati di cui si dispone attualmente, la vaccinazione è in grado di ridurre, anche in maniera significativa, l’entità dell’infezione nei pazienti asintomatici.

Questo è “un risultato davvero molto incoraggiante” secondo John Swartzberg, esperto di malattie infettive dellaSchool of Public Health, in California, che lascia immaginare che comportandosi sempre in maniera responsabile, ci si potrà muovere con più sicurezza “tra le altre persone”.

2-Gli incontri tra persone vaccinate sono sicuri?

Attualmente, si ritiene che ci sia una bassa probabilità che le persone vaccinate possano essere infettate.

Secondo l’esperto Moss, a mano a mano che il numero di vaccinati aumenterà,  gli incontri tra quest’ultimi “saranno da considerarsi gradualmente sempre più sicuri”.

Al momento, però, non c’è alcuna certezza al riguardo per cui secondo Cynthia Leifer, professoressa di immunologia alla Cornell University, bisogna  continuare ad adottare tutte le misure di distanziamento sociale almeno fino al momento in cui si avrà una distribuzione più ampia del vaccino. Di conseguenza, si raccomanda di continuare a seguire le linee guida.

Senza contare, poi, le attuali incognite relativamente alle nuove varianti e all’efficacia dei vaccini. A tal proposito, Leifer ha affermato: “Non possiamo prevedere quando si presenterà una nuova variante contro la quale il vaccino potrebbe non essere efficace”.

 3-Chi ha effettuato il vaccino deve continuare ad indossare i dispositivi di protezione?

La gran parte degli esperti convengono nel ritenere opportuno continuare ad indossare la mascherina anche per coloro che sono vaccinati. Questo perché, da un lato, è impossibile riuscire a differenziare le persone vaccinate da quelle che ancora non lo sono; dall’altro, bisogna considerare che il sistema immunitario di ognuno di noi ha una reazione differente al vaccino.

Su 100 persone vaccinate, ognuna avrà un livello diverso di risposta al vaccino: in alcuni casi il vaccino sarà sufficiente a proteggerle” ha affermato Leifer.

Non è possibile, infatti, sapere come l’organismo può  rispondere al vaccino perciò indossare i dispositivi di protezione assicurano una maggiore protezione e sicurezza. Senza contare, tra le altre cose, che ancora non è chiaro se coloro che hanno effettuato il vaccino possano comunque trasmettere il covid.

Secondo l’esperto Swartzberg: “il vaccino probabilmente è lo strumento più efficace” tuttavia, la mascherina resta l’unico strumento attualmente più sicuro e perciò non dobbiamo smettere di indossarla.

 4-Sarà sicuro viaggiare una volta che si affetterà il vaccino?

Per quanto riguarda i viaggi, va precisato che fare il vaccino non significa automaticamente tornare a viaggiare in completa sicurezza.

Secondo quando affermato da Leifer, non si può prevedere l’insorgere di nuove varianti e, dunque, verificare se il “vaccino sarà efficace contro di esse”. Il vaccino secondo l’esperta, infatti, non è una sorta di “scudo magico di protezione totale, non dobbiamo sentirci inattaccabili”.

In altre parole, dovrà trascorrere ancora un bel po’ di tempo prima che ci si possa sentire sicuri ad affrontare un viaggio e circolare in tutta tranquillità negli aeroporti, anche se si è vaccinati.


Leggi anche: VACCINI: LE BUONE NOTIZIE DA ISRAELE E REGNO UNITO


5-Qual è la percentuale di vaccinati grazie alla quale si potrà tornare alla normalità?

Secondo gli esperti, grazie alle campagne vaccinali in atto, sarà possibile un ritorno alla normalità come andare al ristorante, a scuola. Ovviamente, ciò potrà accadere con la dovuta gradualità e solo dopo aver raggiunto l’immunità di gregge che, secondo i ricercatori, sarà raggiunta con una percentuale di vaccinati compresa tra il 75-80% della popolazione.

Secondo Moss, si assisterà ad “ una sorta di fase di transizione verso la normalità pre-pandemica”. La prima cosa da fare secondo l’esperto è cercare di ridurre i casi, i ricoveri e, quindi, i morti grazie alla vaccinazione. In questo modo, tra l’altro, sarà possibile  attuare il tracciamento dei contagi che fino ad oggi è stato piuttosto difficoltoso a causa dell’elevato numero di casi.

Ad ogni modo, Leifer si è detta è fiduciosa nel fatto che attraverso un’accelerazione nella distribuzione del vaccino si potrà arrivare  a buon punto per la fine dell’estate. In questa prospettiva, così che gli studenti potranno fare ritorno a scuola per il prossimo settembre, ha dichiarato.

Insomma, un ritorno alla normalità per adesso è ancora lontano, tuttavia, con la campagna vaccinale in atto si è sulla strada giusta per una ripresa lenta ma graduale di tutte quelle attività sociali che erano possibili prima di questa terribile emergenza sanitaria che dura ormai da 1 anno.


Leggi anche: VACCINO ASTRAZENECA PER I GIOVANI: LE PRECISAZIONI DELL’AIFA


Unimamme vi è tutto chiaro riguardo a quello che si potrà tornare a fare una volta vaccinati? Cosa ne pensate delle dichiarazioni di questi esperti?