Ragazzina insultata da prof e studenti: la denuncia della ex ministra

Una ragazzina che ha combattuto per fare scuola in presenza viene pesantemente insultata sui social, a denunciarlo l’ex ministra Lucia Azzolina.

ragazzina su un banco
protesta contro la dad fonte: Lucia Azzolina- Facebook

Unimamme, in questi ultimi, difficili mesi, i ragazzi hanno dovuto pagare un prezzo altissimo a causa della pandemia, dovendo rinunciare alla didattica in presenza.

Anita, una dodicenne di Torino, non aveva però voluto rinunciare a far sentire la propria voce di disapprovazione nei confronti della chiusura degli istituti scolastici e della dad.

Purtroppo l’odio che imperversa sui social ha investito anche lei. A segnalarlo è l’ex ministra Lucia Azzolina sul suo profilo Facebook.

Ragazzina insultata: la vicenda

bambina in dad
bambina in dad fonte Adobe stock

Ecco che cosa ha scritto la Azzolina: “Vi ricordate Anita, la ragazzina di Torino che per settimane ha manifestato davanti alla sua scuola per chiedere di rientrare in classe”.

L’ex ministra si è detta molto turbata dal contenuto di una lettera iniatale dalla madre della ragazzina.

Di recente Anita ha rilasciato una dichiarazione riguardante il dibattito sull’allungamento del calendario scolastico.

“Preferisco la classe alle vacanze, abbiamo perso troppo tempo” ha dichiarato la studentessa.

Da qui si è aperta una cascata di pesanti  insulti che Lucia Azzolina ha ritenuto opportuno riportare : “fatti curare, mandiamola a pulire i bagni, disagio, assistenti sociali, malattia mentale”.


LEGGI ANCHE: SOSPESA DA SCUOLA A 13 ANNI: VOLEVA SOLO FAR SENTIRE LA SUA VOCE


C’è stato anche chi l’ha accusata di essere infantile. “Ebbene sì, a 12 anni credo sia consentito. Agli adulti un po’ meno“.

Purtroppo tanti di questi orribili commenti sono stati scritti da docenti.

La maggior parte dei commenti è stata scritta da docenti. C’è qualcosa che non va, la scuola è IL luogo in cui seminare i valori del rispetto e della tolleranza. Ho sempre difeso la categoria e lo faccio anche stavolta. A patto però che la maggioranza sana non sia anche maggioranza silenziosa. Messaggi come questi vanno rifiutati sempre. E condannati.

La Azzolina conclude il post riflettendo che, in quest’ultimo periodo è stato concesso a persone che avevano grandi responsabilità di minimizzare, banalizzare o deridere il grave problema che sta vivendo la scuola in questo periodo.

Il suo post è diventato virale con 10 mila Like e 1294 commenti.


LEGGI ANCHE: “VOGLIAMO TORNARE IN CLASSE”: LA PACIFICA PROTESTA DEGLI STUDENTI


A quanto pare la madre di Anita ha già segnalato i nomi di questi deprecabili insegnanti al Miur.

Unimamme, voi cosa ne pensate di quanto accaduto e della valanga di insulti di adulti a questa ragazzina?