Per conservare al meglio il pane che avanza devi usare questo: non crederai ai tuoi occhi

Conservare il pane non è poi così semplice, ma per evitare sprechi c’è un trucchetto davvero formidabile: ecco come fare.

In un periodo così delicato dal punto di vista economico come quello attuale, sprecare il cibo è proprio qualcosa da evitare in maniera categorica. Già normalmente non si tratta di un comportamento corretto, ma con le difficoltà in corso, diventa davvero impensabile. In cucina, purtroppo, a meno che non si conoscano alcuni stratagemmi per riutilizzare diversi ingredienti, capita spesso di incorrere in qualche errore di questo tipo.

come conservare il pane
Come si mantiene fresco il pane (Credits: Canva)

Soprattutto il pane è l’alimento più soggetto a finire nella pattumiera. Spesso, infatti, ne avanza un bel po’ a fine giornata e conservarlo in maniera tale che mantenerlo fresco e morbido può rivelarsi un’impresa. C’è da dire che la sua tendenza a diventare presto secco e duro è dovuta soprattutto al modo in cui lo conserviamo.

Moltissimi infatti sono soliti riporre il pane avanzato nel classico cestino, ma questo è un grave errore: stando a contatto con l’aria e l’umidità, diventerà secco in men che non si dica. Se ormai già abbiamo fatto il ‘disastro’ ed il pane è diventato raffermo, possiamo ovviare con un metodo molto efficace.

Bagniamo il pezzo o il panino sotto l’acqua corrente per pochi secondi e poi mettiamolo in forno al massimo grado lasciandolo lì per cinque minuti: il prodotto assorbirà l’acqua e la mollica tornerà morbida come per magia. Grazie al calore del forno, invece, la crosta sarà di nuovo croccante come quando l’abbiamo acquistato.

Se invece, siamo ancora in tempo per non commettere errori di conservazione, seguite questo consiglio furbo e vedrete che morbidezza!

Come conservare il pane: aggiungi questo e tornerà freschissimo

Finora è molto probabile quindi che abbiate conservato il pane in modo assolutamente sbagliato ottenendo come unico risultato un prodotto inservibile. Il trucco per mantenere tutta la freschezza del pane per almeno una settimana è  invece riporlo in un sacchetto in tessuto. Ciò lo proteggerà quanto più possibile dall’aria e dall’umidità.

Tutto qui? In verità, no: se volete proprio agire in modo furbo, provate a mettere nel sacchetto un gambo di sedano o di un’altra verdura: questo emanerà umidità all’interno del sacchetto e quell’umidità, assorbita dal pane, servirà a mantenerlo morbido. Farete fatica a credere a quanto la vostra pagnotta sia uguale a com’era al momento dell’acquisto!

Oltre alla conservazione che deve seguire regole ben precise, è importante anche non buttare alcuni alimenti scaduti che potrebbero invece esserci di grande aiuto in casa o come rimedi naturali a vantaggio della nostra bellezza. Ricordate, ad esempio, gli utilizzi insospettabili della farina e della maionese scadute?

come conservare il pane
Segreto per conservare il pane (Credits: Canva)

E voi di solito come conservate il pane avanzato?