Bonus 150 euro: devi assolutamente sapere questo se ancora non ti è arrivato

Bonus 150 euro: devi assolutamente sapere questo se ancora non ti è arrivato; tutti i dettagli sull’incentivo.

Sono tantissimi gli italiani che sono in attesa di ricevere il bonus da 150 euro, uno degli incentivi previsti dal Governo per far fronte alla crisi economica e al delicato periodo in cui versa il nostro Paese. Quando arriverà, finalmente, nelle tasche dei cittadini?

bonus 150 euro
Banconote da 50 euro ( Credits Canva)

Secondo gli ultimi aggiornamenti, presto una parte delle persona che hanno fatto la domanda potrà beneficiare dell’incentivo. Ma come si ottiene e come bisogna procedere per usufruire dei soldi. In seguito tutti i dettagli.

Quando sarà erogato il bonus di 150 euro: le ultime novità sull’aiuto economico

Buone notizie per una parte di italiani: il bonus 150 arriverà già a Novembre nelle tasche di dipendenti e pensionati che riceveranno l’indennità automaticamente. Come accadde per il bonus da 200 euro nel mese di luglio, anche questa volta saranno queste le categorie a ricevere per prime il bonus. I dipendenti, pubblici e privati, riceveranno il bonus direttamente sulla busta paga, purché abbiano dichiarato di non percepire alcuna prestazione incompatibile. Anche i pensionati riceveranno automaticamente i soldi dall’Inps con la mensilità di pensione di novembre, purché siano, chiaramente, titolari di uno o più trattamenti pensionistici e residenti in Italia. Anche i percettori di Reddito di Cittadinanza riceveranno il sussidio in automatico, con accredito sulla rata prevista a novembre. Un sospiro di sollievo per queste categorie, che ben presto potranno usufruire dell’aiuto economico offerto dal Governo, in un periodo sempre più buio e con i prezzi ormai alle stelle. Ricordiamo che, come i precedenti, si tratta di un bonus che spetta una sola volta, non è cedibile e non costituisce redditi ai fini fiscali e previdenziali. La situazione si complica, però, per i lavoratori autonomi.

Questi ultimi, infatti, sono ancora in attesa del precedente bonus, quello dal valore di 250 euro. Non è ancora chiaro se le due misure saranno unite in una sola transazione, da 350 euro, o se i soldi saranno ricevuti in due momenti separati ( prima i 200 euro e poi i 150 euro). Quel che è certo è anche anche i lavoratori autonomi sono assolutamente inclusi tra i beneficiari di questa indennità e che, anche se con un po’ di ritardo rispetto agli altri, riceveranno gli aiuti previsti. E non è tutto: potrebbe esserci un’importante novità in arrivo.

bonus 150 euro
Portafogli con soldi ( Credits Canva)

L’esame del Ddl, che si svolgerà alla Camera dei deputati il prossimo 8 novembre, potrebbe allargare il bonus 150 a nuove categorie. Tra i percettori dell’indennità potrebbero essere inclusi anche stagisti e tirocinanti, una categoria di lavoratori che, molto spesso, deve accontentarsi di stipendi molto bassi. La modifica, però, è tutt’altro che semplice e bisognerà attendere per scoprire cosa si deciderà in merito.