Come dev’essere il pesce per essere sicuri che sia fresco: fai attenzione a questi dettagli

Come dev’essere il pesce per essere sicuri che sia davvero fresco: fai attenzione a questi dettagli e non avrai nulla di che preoccuparti.

Il pesce è un alimento sano e genuino che non può proprio mancare all’interno della nostra dieta. Si può fare in tantissimi modi diversi: fritto, al forno, bollito oppure, con le opportune precauzioni, si può mangiare anche crudo.

Pesce fresco
Pesce fresco. Credits: Pixabay

Ad ogni modo, ciò che conta è che quello che andremo a portare in tavola è un prodotto fresco al cento per cento. Solo così, ci si potrà risparmiare una serie di brutte sorprese. Se, quindi, vuoi sapere come riconoscere il pesce davvero fresco devi stare attento a questi dettagli ben precisi. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Valori nutrizionali e benefici

Prima di vedere quali sono i dettagli a cui è bene prestare la massima attenzione per essere davvero sicuri di stare acquistando del pesce fresco, andiamo ad analizzare quali sono i benefici che questo alimento può avere sul nostro organismo.

Essendo ricco di omega 3, proteine, sali minerali, grassi mono e polinsaturi, il pesce vanta una serie di effetti benefici sul sistema cardiovascolare ed abbassa, inoltre, il livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue. In più, i sali minerali aiutano a rafforzare la memoria e le ossa e a salvaguardare la salute della tiroide. Ma non finisce qua, perché il pesce è anche un cibo altamente digeribile ed è perfetto sia per chi è a dieta sia per i soggetti diabetici.

Come dev’essere il pesce per essere sicuri che sia fresco

Al di là degli indiscutibili effetti benefici, il pesce fa bene all’organismo soltanto se è veramente fresco e di qualità. In particolare, per non andare incontro a brutte sorprese è necessario stare attenti a questi dettagli ben precisi:

Pesce fresco
Pesce fresco. Credits: Pixabay
  • colore della pelle e delle squame: deve essere lucido, brillante e ricco di sfumature. Se il colore è monocromatico ed opaco significa che quello di fronte a noi non è un prodotto di prima scelta. Nel caso dei crostacei, è bene che siano di colore rosso, arancione acceso o rosa brillante. Se ci sono macchie scure bisogna interpretarlo come un cattivo segno;
  • consistenza: la carne deve essere soda e compatta e la superficie scivolosa al tatto;
  • occhi: devono essere vividi e accesi e non devono assolutamente risultare opachi e spenti;
  • branchie: devono essere chiuse o, se aperte, devono rivelare un colore rosso bello acceso.

Sono questi, quindi, i dettagli da osservare per essere davvero sicuro di stare acquistando un prodotto fresco al cento per cento. Prima, però, di concludere il nostro articolo ecco un altro consiglio per riconoscere dei molluschi freschi. In questo caso, è possibile sollevare la retina che li contiene e controllare che il pesce all’interno resti ben chiuso. In caso contrario, meglio evitare di correre rischi.