Bisogna cambiarli almeno 2 o 3 volte alla settimana ma non tutti se ne ricordano: è una cattiva abitudine in cucina

Bisogna cambiarli almeno 2 o 3 volte alla settimana ma non tutti se ne ricordano: è una cattiva abitudine in cucina che dovresti assolutamente correggere.

Cucina, che passione! Non serve essere uno chef stellato per mettersi ai fornelli e sperimentare le ricette più sfiziose, utilizzando gli ingredienti più svariati. Grazie ai mille consigli presenti sul web, poi, oggi preparare il pranzo è diventato un vero gioco da ragazzi. Attenzione, però: come in ogni attività domestica, anche cucinare nasconde numerose insidie!

cambiarli cucina
Angolo della cucina ( Credits Canva)

Esistono alcune cattive abitudini che fanno parte proprio di questa ‘particolare’ stanza della casa ed è bene ricordarsi di evitare questi errori. C’è qualcosa che dovresti ricordarti di cambiare, ma che, purtroppo, in molti se ne dimenticano. Di cosa si tratta? Vi spieghiamo tutto.

Gli errori più frequenti in cucina: in molti si dimenticano di cambiarli, e voi?

Hai ospiti a cena e stai pensando a cosa preparare per far leccare i baffi a tutti? Di idee sfiziose e golosissime ce ne sono tante, ma c’è qualcosa a cui devi fare attenzione prima di partire a cucinare. Di cosa parliamo? Dei mitici ed utilissimi strofinacci.

Indispensabile in ogni cucina, lo strofinaccio serve principalmente per asciugare i piatti e le stoviglie dopo averle lavate, ma questo pezzo di stoffa ha in realtà tantissimi usi. Chi non ama averlo a portata di mano per trasportare o toccare pietanze troppo calde e quindi evitare di scottarsi? Sì, lo sappiamo, è un vero e proprio ‘jolly’ per chi ama stare ai fornelli e, proprio per questo motivo, è importantissimo cambiarli. 

In molti si chiederanno, ogni quanto tempo vanno sostituiti gli strofinacci da cucina? Ebbene, la risposta in questo caso dipende da diversi fattori. Se il canovaccio viene utilizzato soltanto per asciugare i piatti già accuratamente puliti o per asciugare le mani pulite, può essere presente in cucina anche per due o tre giorni. Diversa, però, è la situazione se lo strofinaccio viene usato per pulire superfici sporche o ( ancora peggio!) residui o sughi di cibo: in questo caso, l’asciugamano da cucina va immediatamente lavata, quindi, sostituita con una pulita. Come lavare gli strofinacci nel modo migliore?

Un piccolo trucchetto vi salverà la vita: prima di inserirli in lavatrice, pretrattate lo strofinaccio con detersivo per piatti, da applicare sulle macchie si sporco. Potrete anche lasciare in ammollo per diverse ore i canovacci sporchi in acqua calda e bicarbonato di sodio e, successivamente, procedere col lavaggio in lavatrice, a 40 gradi.

cambiarli cucina
Strofinacci da cucina ( Credits Canva)

In definitiva, non dimenticate mai e poi mai di cambiare regolarmente i vostri strofinacci da cucina: sono un vero e proprio ricettacolo di germi e batteri ed è un grave errore tenerli sparsi per il piano cottura. È una cattiva abitudine da cui stare alla larga.