Pulire la Moka è un passaggio fondamentale per avere un caffè squisito: fai così e non sbaglierai

Per fare un buon caffè è indispensabile pulire bene la Moka: ecco come farlo correttamente senza il sapone.

La Moka del caffè è uno degli strumenti più utilizzati in ogni casa: vero e proprio ‘miraggio’ al mattino quando ci svegliamo, per moltissimi è indispensabile per caricare le batterie prima di iniziare la giornata. Per funzionare al meglio e a lungo, però, essa va pulita correttamente e con una certa costanza. Per farlo, sappiamo che non va assolutamente usato il sapone, ma qual è allora il metodo migliore per effettuare quest’operazione così importante?

come pulire la Moka
Come lavare bene la Moka (Credits: Canva)

Prima di passare in rassegna i metodi per lavare ogni parte della caffettiera, la prima regola da tenere a mente è che essa va sempre pulita dopo averla utilizzata: basta passarla sotto l’acqua calda ricordandosi prima di rimuovere i residui di caffè. Dopodiché va asciugata bene con un panno assorbente per evitare che l’umidità possa causare cattivi odori.

Oltre alla pulizia giornaliera, una volta alla settimana o, se proprio non è possibile, almeno una volta al mese, è importante fare un lavaggio accurato per far sì che la qualità del caffè resti sempre alta. Per farlo, basta immergere tutti i pezzi della caffettiera in una bacinella piena di acqua bollente e aceto bianco, in modo da rimuovere tutto il calcare e le incrostazioni. Quando sarà bella pulita, che la vostra Moka sia nuova di zecca o già con qualche annetto, in entrambi i casi è consigliabile fare un ‘caffè a vuoto’ prima di procedere con gli altri.

Ora vediamo qual è il giusto metodo di lavaggio per ogni singola parte della Moka.

Il metodo corretto per pulire ogni pezzo della Moka: così il tuo caffè sarà sempre ottimo

Per quanto riguarda il filtro, è bene pulirlo in maniera accurata visto che tende a riempirsi di residui e ciò può compromettere il risultato dei caffè che prepariamo. E’ davvero molto facile:

  • riempite un recipiente con acqua bollente e succo di limone
  • immergete il filtro e lasciate in ammollo per mezz’ora
  • risciacquate il filtro sotto l’acqua
  • con uno spillo pulito rimuovete i residui dai forellini
  • risciacquate di nuovo
  • asciugate accuratamente con un panno pulito.

Per lavare il serbatoio, invece, basta fare così:

  • Versateci metà acqua e metà aceto bianco con un pizzico di sale fino.
  • Chiudete la caffettiera e fatela bollire sul fuoco come se voleste fare il caffé in modo da eliminare tutto il calcare e i residui.

Altra parte da pulire spesso è la guarnizione di gomma: passateci un panno imbevuto di aceto bianco e la libererete di tutti i residui di caffè.

Infine, per l’esterno della Moka, sciogliete un po’ di aceto di vino bianco nell’acqua calda e servitevi di una spugna morbida. Se la parte inferiore è molto annerita dalla vicinanza con la fiamma, il prodotto più indicato è il bicarbonato di sodio.

come pulire la Moka
Come lavare correttamente la Moka (Credits: Canva)

Dopo aver completato questo lavaggio approfondito, fate sempre un ‘caffè a vuoto’ prima di riprendere il normale utilizzo della Moka.