Mai più lavandino otturato con questo vecchio rimedio: risparmierai tantissimo

Con questa semplice soluzione fai-da-te, il lavandino otturato non sarà più un problema: basta usare un vecchio trucchetto.

Tra gli inconvenienti casalinghi più classici, quello del lavandino intasato è decisamente uno dei peggiori. Improvvisamente accade che l’acqua che scende da uno dei rubinetti smette di finire nello scarico per accumularsi nel lavandino. Se disgraziatamente dimenticassimo il rubinetto aperto, andremmo sicuramente incontro ad un allagamento.

lavandino otturato
Lavandino otturato soluzione naturale (Credits: Canva)

Di solito è colpa del calcare e dei residui di cibo che inevitabilmente nel tempo finiscono per ostruire le tubature. C’è da dire che l’ideale sarebbe prevenire questi incidenti adottando l’abitudine di versare nello scarico acqua bollente e sale con una certa costanza. Ad ogni modo, niente paura: ci sono diverse soluzioni per ovviare a questo problema nel momento in cui si dovesse verificare. Inoltre, è possibile farlo in maniera economica e nel rispetto dell’ambiente.

Chiamare l’idraulico non è infatti l’unica strada percorribile, tantomeno ricorrere ai soliti prodotti che troviamo in commercio. Questi ultimi, si sa, rappresentano un vero danno per l’ecologia e poi risparmiare un po’ non dispiace a nessuno, soprattutto di questi tempi! Con un semplice rimedio potrai finalmente disgorgare lo scarico del rubinetto accuratamente senza spendere niente e facendo un favore all’ambiente.

Come liberare il lavandino otturato: il trucchetto che pochi conoscono

A meno che non si tratti di un guasto importante (per il quale è molto più indicato rivolgersi ad un idraulico), il lavandino può essere sturato facilmente. Uno dei ‘rimedi della nonna’ più furbi ed efficaci è quello che prevede il versare nello scarico l’acqua bollente che usi per cuocere un alimento molto usato in cucina. Si tratta delle patate: proprio così, dopo averle cotte, versa l’acqua ancora bollente nello scarico e le tubature torneranno a respirare. L’amido contenuto in tale acqua farà davvero miracoli contro l’ingorgo.

Precisiamo però che questa soluzione è indicata per le otturazioni modeste. Nei casi più gravi, invece, prova a versare nel lavandino prima 1 bicchiere di sale fino, poi 1 di bicarbonato di sodio e per finire 2 di aceto bianco. Mettendo l’aceto a contatto col bicarbonato si avrà una reazione che servirà a disgorgare le tubature. Dopo circa due minuti, versa l’acqua bollente. Se necessario, lascia agire la soluzione tutta la notte e solo la mattina dopo versa l’acqua bollente.

Se il problema persiste, come ‘ultima spiaggia’ ricorri alla soda caustica a scaglie sulle tubature e poi versa una grande quantità di acqua calda. Questa operazione va fatta indossando guanti e mascherina per evitare di inalare i vapori causati dalla reazione.

lavandino otturato
Come sturare il lavandino (Credits: Canva)

Avresti mai immaginato che l’acqua di cottura delle patate potesse servire proprio ad un problema così fastidioso e comune a tutte le case?