Se hai una bici elettrica e la guidi spensierato forse nessuno ti ha ancora detto questo: cosa devi sapere

Se hai una bici elettrica e la guidi spensierato forse nessuno ti ha ancora detto questo: ecco che cosa devi assolutamente sapere.

La bici elettrica è senza dubbio una grande comodità. Dopo il boom durante il periodo del Covid questo mezzo di trasporto insieme al monopattino elettrico ha letteralmente spopolato.

Bici elettrica
Bici elettrica. Credits: Pixabay

Essa, infatti, permette di percorrere distanze più lunghe senza fatica ed in minor tempo senza, però, inquinare. Inoltre è pur sempre un buon sistema per restare in movimento. Ad ogni modo, se anche tu la guidi bello spensierato è perché non sei a conoscenza di questa dettaglio in particolare.

Forse nessuno te l’ha mai detto prima d’ora, ma dovresti proprio saperlo. Dai un’occhiata ai prossimi paragrafi ed ascolta bene ciò che stiamo per dirti. Ti sarà molto utile.

Se hai una bici elettrica e la guidi spensierato forse nessuno ti ha ancora detto questo

Come abbiamo anticipato fin dall’inizio del nostro articolo, chi possiede una bici elettrica farebbe bene a conoscere questo dettaglio. Hai già capito di che cosa stiamo parlando? Mentre tu te ne vai in giro tutto allegro e spensierato può essere che ignori un piccolo problema.

Non tutti lo sanno, ma dallo scorso mese di agosto è in vigore un decreto che obbliga alcuni mezzi elettrici ad essere in possesso di targa ed assicurazione RCA. Ciò significa, quindi, che anche alcuni monopattini e bici elettriche dovrebbero esserne muniti. Ma cerchiamo subito di fare un po’ più di chiarezza a riguardo per non andare incontro a sanzioni più o meno pesanti.

Cosa devi assolutamente sapere

Una volta appurato che secondo la legge alcuni veicoli elettrici devono essere in possesso di targa ed assicurazione RCA, cerchiamo di capire con precisione qual è la norma per le bici elettriche.

A tal proposito, per rientrare in questa categoria le suddette biciclette devono avere un motore ausiliario elettrico con una potenza nominale continua massima di 0,25 kW, “la cui alimentazione è progressivamente ridotta e infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 k/h o prima se il ciclista smette di pedalare”. Questo è quanto afferma il Codice della Strada a riguardo.

Bici elettrica
Bici elettrica. Credits: Pixabay

In questo caso, possiamo quindi dire che la normativa italiana non prevede l’obbligo di targa e di assicurazione RCA. Se, invece, la bici elettrica è modificata o comunque potenziata allora è equiparabile ad un ciclomotore. Questo ovviamente cambia le cose. Pertanto, in una simile circostanza anche la bicicletta elettrica deve rispettare l’obbligo appena descritto, altrimenti si potrebbe andare incontro a sanzioni piuttosto pesanti. Alla luce di quanto detto finora faresti bene ad assicurarti di essere a norma o potrebbero essere guai seri.