Se fai così con le tue pentole non dovrai più buttarle via: dureranno in eterno

Come evitare che le pentole si rovinino col passare del tempo: stai attenta a questi errori, sono la cosa peggiore da fare!

Chi ama stare ai fornelli e preparare tanti piatti sperimentando spesso anche nuove ricette, lo sa meglio di chiunque altro: l’utilizzo frequente delle pentole alla lunga porta a consumarle e a renderle meno efficienti. Un problema indubbiamente fastidioso, anche perché sappiamo benissimo quanto costi cambiare padelle, teglie, ecc. soprattutto se di ghisa.

Pentole usura
Pentole errori da evitare (Credits: Canva) Universomamma

E’ questo infatti il materiale di cui sono fatte quelle usate dalla maggior parte delle persone: questa lega di carbonio e ferro permette una cottura ideale dei cibi grazie alla particolare capacità di distribuire il calore e alla sua antiaderenza. Oltre all’usura, c’è da considerare anche il lavaggio quasi quotidiano di tali attrezzi da cucina, dettaglio che contribuisce non poco a danneggiarne il rivestimento.

Dal momento che non si può fare a meno di cucinare né di lavare le pentole, come possiamo fare in modo che esse restino in buone condizioni il più a lungo possibile? Sì, perché degli accorgimenti per garantire tale risultato esistono e, conoscendoli, possiamo risparmiare soldi e scocciature non indifferenti!

Fai attenzione a questo e le tue pentole resteranno in ottime condizioni: ecco cosa devi sapere

Anche nel caso delle pentole, molto spesso a peggiorare la situazione sono i nostri comportamenti sbagliati. Sapevi ad esempio che bisogna evitare assolutamente di cuocere pomodori o limoni nelle padelle di ghisa? Questi cibi acidi danneggiano il rivestimento protettivo della padella e andrebbero cotti in altro materiale, come ad esempio l’alluminio.

Altra nota dolente per la manutenzione del pentolame è, come accennato, il lavaggio: mai usare la  lavastoviglie! Il modo ideale per pulire teglie e quant’altro è quello a mano utilizzando solo una piccola dose di detersivo e passando la spugna in modo delicato. Attenzione anche a cosa adoperare per asciugare: meglio un panno morbido per scongiurare il pericolo di graffi. Molti poi, per agevolare la rimozione delle incrostazioni, hanno l’abitudine di mettere in ammollo le padelle nell’acqua: niente di più sbagliato se si vuole evitare la formazione di ruggine!

Ma come fare se le incrostazioni sono particolarmente dure da togliere? E’ davvero semplice ovviare a tale problema. Basta rimettere la pentola sul fornello e lasciarla sulla fiamma bassa per 5 minuti e lasciare che il calore ammorbidisca le incrostazioni. Dopo che la pentola si sarà raffreddata, usa una spatola in plastica o silicone per rimuovere i residui di sporco.

Infine, una buona abitudine per conservare al meglio padelle e tutto il resto è spalmarvi un paio di cucchiai di olio di cocco o di olio extravergine d’oliva.

Pentole evitare usura
Pentole regole importanti (Credits: Canva) Universomamma

D’ora in poi avere pentole più belle e funzionanti sarà semplicissimo, vedrai!