Posso congelare le vongole? Finalmente la risposta in vista del Natale

Si possono congelare le vongole? La risposta a tutti i tuoi dubbi la trovi oggi qui e finalmente saprai cosa fare al riguardo.

Mancano pochi giorni al Natale e le vongole sono sicuramente tra i cibi che non possono mancare a tavola: secondo la tradizione, pesce, molluschi e crostacei la fanno da padrone durante le festività e, soprattutto al cenone, sono protagonisti di tante portate. Tra questi, le vongole fresche sono un classico irrinunciabile, ma può capitare di acquistarne più del necessario e di chiedersi come vadano conservate.

Vongole come conservarle
E’ possibile congelare le vongole Universomamma

Innanzitutto, la prima domanda è: è possibile congelarle? Non tutti hanno una risposta chiara in mente sull’argomento, ma la risposta è sì: le vongole si possono congelare! L’importante ovviamente è farlo in tutta sicurezza, perciò è necessario seguire dei passaggi ben precisi. Oggi vogliamo parlarvi infatti del metodo da seguire per poter conservare correttamente questi saporiti molluschi e scongelarli all’occorrenza senza doverli sprecare.

Già, perché anche a Natale è importante fare attenzione a non buttare via il cibo, soprattutto in un periodo come questo, nel quale il Caro vita sta creando problemi a non poche famiglie. Non a caso, di recente vi abbiamo parlato della spesa per il cenone dandovi qualche consiglio su come evitare di spendere troppo.

Tornando alla conservazione delle vongole, vediamo adesso nel dettaglio quali sono i passaggi per congelarle adeguatamente e senza rischi.

Cosa devi sapere per congelare le vongole: le regole da seguire

Cominciamo col dire che le vongole possono essere congelate crude o cotte: in ciascun caso, la procedura sarà diversa, perciò vediamole entrambe singolarmente. Inoltre, sia quelle crude che quelle cotte, dovranno essere spurgate prima di essere messe in freezer: di solito, è il pescivendolo a farlo, altrimenti dovrete pensarci voi a casa.

Nel caso delle vongole crude, queste vanno messe in sacchetti di plastica per freezer, possibilmente sottovuoto. Oppure, potrete chiuderle in un recipiente ermetico a cui attaccare l’etichetta con la data in corso. Questo passaggio è fondamentale perché il periodo di conservazione non deve superare i 20-30 giorni. Dopo averle tirate fuori dal congelatore, non lasciatele subito a temperatura ambiente: il passaggio dovrà essere graduale, perciò riponetele prima in frigo per 1-2 ore. Trascorso questo tempo, mettetele in ammollo in acqua per un altro paio d’ore con mezzo cucchiaino di sale e ricordate di cambiare l’acqua una o due volte. Una volta in padella, togliete quelle che non si sono aperte. Non dimenticate mai che le vongole scongelate devono essere consumate entro 24 ore e che non si possono assolutamente ricongelare.

Se invece le fate prima aprire in padella e poi volete congelarle in modo che sia più rapida la procedura di scongelamento, dovete fare così: versate un filo d’olio ed uno spicchio di aglio nella padella, coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma alta per pochi minuti. Una volta aperte le vongole, spegnete il fuoco, scolatele e fatele raffreddare bene. A questo punto, potete procedere con la congelazione come spiegato prima.

Vongole metodo conservazione
Come conservare correttamente le vongole Universomamma

Con queste dritte, la ‘questione vongole’ non sarà più un dilemma: buono a sapersi, no?