Caro spesa, arrivano i bonus anche al supermercato: tutti possono aderire

In tempi di carovita e inflazione alle stelle, la spesa alimentare è diventata per molti di noi un problema. Ma spunta una novità che può cambiarci la vita in meglio.    

Alzi la mano chi non ha toccato con mano il rialzo incontrollato dei prezzi causa inflazione al supermercato. Dal pane alla pasta, dalla frutta alla carne, passando per i surgelati e il cibo in scatola, non c’è prodotto alimentare che non sia aumentato (in certi casi raddoppiato o addirittura triplicato) rispetto a solo pochi mesi fa. Un bel problema per moltissime famiglie italiane che faticano ad arrivare alla fine del mese.

bonus spesa supermercato
Spesa al supermercato (Universomamma.it)

Un dato secco, tanto per rendere l’idea: nel 2022 che ci siamo appena lasciati alle spalle, fare la spesa al supermercato è costato in media oltre 500 euro in più a famiglia. Una vera e propria stangata che non ha risparmiato nessun italiano: a certificarlo è un recentissimo studio dell’Unione nazionale consumatori, che mette nero su bianco il pesantissimo effetto dell’inflazione sulle tasche dei cittadini. La buona notizia è che c’è un bonus in arrivo anche su questo fronte.

Il segreto di una spesa “vincente”

Come noto, la legge di bilancio appena approvata dal nuovo governo Meloni ha introdotto la “Carta risparmio spesa” per famiglie con Isee non superiore a 15.000 euro, erogata dai Comuni e utilizzabile solo per acquistare i beni di prima necessità, quelli alimentari in primis. Un apposito Decreto definirà quali sono i prodotti che si potranno acquistare con i buoni spesa e utilizzerà i 500 milioni di euro stanziati per abbassarne il prezzo. La famiglia o il cittadino interessati dovranno rivolgersi ai Comuni di appartenenza per presentare domanda, ma non sono ancora state rese note le modalità per richiedere la card.

bonus spesa supermercato
Spesa al supermercato (Universomamma.it)

Nel frattempo è partito il conto alla rovescia per la lotteria scontrini con vincita istantanea. Sarà possibile parteciparvi con il QR code stampato sul documento di qualsiasi acquisto di importo pari o superiore a un euro e saldato in modalità elettronica. C’è tempo fino al prossimo 2 ottobre per adeguare i registratori telematici che consentiranno di emettere gli scontrini con il nuovo codice bidimensionale. L’Agenzia delle Entrate ha definito le regole attuative con il provvedimento 15943/2023, al quale sono allegate anche le specifiche tecniche per la nuova versione della lotteria.

La vincita istantanea resterà comunque in tandem con l’estrazione differita: per partecipare a quest’ultima occorre che i consumatori al momento dell’acquisto esprimano la volontà di aderire al concorso comunicando il proprio codice lotteria all’esercente. Il codice bidimensionale consentirà al cliente di sapere se ha vinto o meno. L’obiettivo di fondo, comune alle misure del Pnrr nel capitolo dedicato all’amministrazione fiscale, è quello di digitalizzare l’attività di contrasto all’evasione. Ma anche dal lato consumatore un piccolo “bonus” in più non guasta…