Aumentano le donne che viaggiano sole: i consigli per un’avventura indimenticabile

Viaggiare da sole, per le donne, può dare una sensazione di sicurezza e di svago uniche al mondo. Ecco i consigli per farlo al meglio.

Sebbene nella narrazione comune le donne non dovrebbero avventurarsi in vacanze o viaggi in solitaria, poiché maggiormente esposte ai rischi di furti e violenze da parte di malviventi, in realtà fortunatamente le nuove generazioni stanno scardinando questo sistema di credenze. Per chi desidera quindi fare un viaggio in solitudine, ecco qualche consiglio prezioso.

Donne in viaggio: ecco i consigli
I consigli per le donne che viaggiano da sole (universomamma.it)

Più che impedire alle donne di viaggiare da sole, infatti, le nuove generazioni credono che si dovrebbe educare maggiormente al rispetto di qualunque persona: se a nessuno venisse in mente di approfittarsi di una donna da sola, non esisterebbe neanche il problema legato alla sua sicurezza. In barba ai pregiudizi, quindi, tantissime donne stanno prendendo l’iniziativa per viaggi in solitudine, alla scoperta di sé stesse: ecco i consigli che possono rendere l’esperienza indimenticabile.

Donne in viaggio da sole: cosa c’è da sapere

A parlare dei consigli per le donne che viaggiano da sole è Paola Scaccabarozzi, autrice del libro “Ragazzi, la mamma parte – Viaggiare da sola con la famiglia a casa” pubblicato da Giraldi Editore. Secondo delle recenti indagini, le viaggiatrice solitarie rappresentano il 63% di chi viaggia da solo, hanno tra i 35 e i 40 anni e sono molto attente alle offerte.

Donne in viaggio: ecco i consigli
I consigli per le donne che viaggiano da sole (universomamma.it)

Innanzitutto, secondo la Scaccabarozzi chi vuole iniziare ad intraprendere questa abitudine dei viaggi in solitaria può iniziare concedendosi delle lunghe passeggiate in luoghi precedentemente già visitati con qualcuno, così da prendere familiarità con la compagnia di sé stessi. Inoltre, l’autrice del libro consiglia di apprezzare la lentezza e, se si ha poco tempo a disposizione, di non esagerare ma limitarsi anche a una sola città.

Convinta anche lei che non esistano in alcun modo le mete da donne, consiglia poi di scegliere gli alloggi in zone centrali della città: questi daranno più sicurezza alla viaggiatrice e, inoltre, consentiranno di avere intorno a sé molti servizi. Paola Scaccabarozzi suggerisce di viaggiare leggere, con un bagaglio con dentro solo l’essenziale: essendo da sole, dovranno riflettere sul fatto che saranno solo loro responsabili del suo trasporto. In conclusione, l’autrice del libro consiglia di vivere l’esperienza del viaggio in solitudine come un momento di crescita: molto spesso, una moglie o una mamma che parte insegna a chi rimane a casa l’importanza della presenza, che non è affatto scontata.

Impostazioni privacy