Sei in dolce attesa? Ecco il cibo in grado di facilitare il parto: pochi lo sanno

Le donne in dolce attesa possono facilitare il parto mangiando i giusti alimenti. Ecco tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

L’alimentazione è un validissimo alleato della salute ma non solo. Nelle donne in gravidanza infatti può può essere utile sapere che può facilitare il parto. Ciò chiaramente dipende dai cibi che si consumano e per questo è bene approfondire la questione.

Alimenti che favoriscono il parto
In base agli alimenti che si consumano è possibile favorire il parto (Universomamma.it)

In questo articolo, ci soffermeremo su alimento in particolare che si caratterizza per la presenza di nutrienti estremamente importanti per l’organismo. Esso inoltre risulta essere particolarmente indicato nelle donne in dolce attesa per via del fatto che pare sia in grado di facilitare e stimolare il paro.

Cibo in grado di facilitare il parto, ecco di quale si tratta

Non tutti sono a conoscenza del fatto che esiste un cibo che più di altri aiuta a stimolare il travaglio. Oltre a ciò, bisogna dire che si caratterizza per la presenza di numerosi nutrienti utili per l’organismo e che dunque non possono essere sottovalutati. L’alimento a cui ci stiamo riferendo sono i datteri che pur essendo ricchi di zuccheri naturali presentano tantissimi benefici.

Il cibo in grado di favorire il parto
I datteri sono in grado di incentivare il travaglio Universomamma.it

In primis, sono in grado di migliorare la salute dell’intestino, favorendo il transito intestinale. Ciò è dovuto alla presenza piuttosto importante di fibre che difatti aiutano a contrastare i disturbi a carico dell’intestino. Da non sottovalutare poi è la presenza di composti vegetali che svolgono una potente azione antiossidante contro i radicali liberi. Questi causano l’invecchiamento precoce oltre che danni cellulari che espongo ad un maggior rischio di ammalarsi di malattie croniche.

Non solo, i datteri possono aumentare la salute del cervello e a documentarlo sono diversi studi. In particolare, sempre per via dell’elevato contenuto di antiossidanti, pare siano efficaci contro le infiammazioni a carico del cervello. Come se non bastasse, poi, il frutto in esame è anche ricco di fitormoni che aiutano a mantenere la pelle sana e giovane. Un consumo regolare di datteri, in particolare, può contribuire a ridurre le dimensioni come la profondità delle rughe. Con il tempo, infatti, queste possono caratterizzare la pelle del viso e per questo è fondamentale intervenire in maniera mirata prevenendo innanzitutto la loro comparsa.

Come accennato all’inizio dell’articolo, infine, il cibo in esame può aiutare con il parto naturale stimolando il travaglio. Questo almeno è quanto è emerso da diversi studi tuttavia al momento non è ancora chiaro quanto sia necessario mangiarne per ottenere l’effetto di cui sopra. Ad ogni modo, pare che la presenza di ossitocina nei datteri sia in grado di favorire le contrazioni e dunque il parto. Senza contare poi che essendo un alimento particolarmente ricco di zuccheri, aiuta il corpo ad immagazzinare energia che sarà poi necessaria durante il parto.