Un ragazzo rimasto senza gambe e braccia a causa della meninigite chiede aiuto.

Ragazzo senza gambe e braccia chiede aiuto

Fino a qualche mese fa Davide Morana era un giovanotto di 24 anni, originario della Sicilia, ma trasferitosi in Spagna per motivi di studio.

Lo scorso gennaio Davide si è sentito male all’improvviso. Aveva avuto febbre alta e un forte mal di gola, seguiti da irrigidimento della mascella. I primi esami fatti al pronto soccorso non segnalavano niente di anomalo, gli era stata fatta una diagnosi di influenza. La temperatura però saliva e sulla sua pelle erano apparse delle strane macchie.

Così è stato nuovamente ricoverato e questa volta il verdetto è stato di meningite.

Gli organi stavano collassando ed è stato posto in coma farmacologico. Nel frattempo però gli arti stavano andando in necrosi , per cui gli sono state amputate braccia e gambe, come testimoniano anche le immagini del suo profilo Instagram, seguito da 56 mila persone.

Tre mesi dopo Davide è stato dimesso.

Da quel momento il ragazzo ha bisogno di assistenza continua per muoversi, vestirsi, lavarsi e persino mangiare.

Davide però non perde la speranza di poter tornare a camminare e sta facendo quanto in suo potere per raggiungere questo traguardo.

Le protesi infatti costano molto e per questo il giovane ha aperto un sito personale, una pagina Facebook e un account Instagram per promuovere la sua iniziativa e invitare chiunque voglia farlo, a dare il suo contributo.

Come già avevo detto ad alcuni di voi sono sul punto di iniziare la riabilitazione protesica. Non vedo l’ora di camminare, correre, afferrare oggetti, mangiare da solo. E finalmente recuperare la mia indipendenza e diventare un ragazzo bionico. Fortunatamente al giorno d’oggi le protesi sono molto avanzate però sfortunatamente sono molto costose, e poco accessibili per ragazzi dalle tasche normali come me “.

Davide sottolinea che l’aiuto di tutti è importantissimo, tutti i suoi amici siciliani si sono organizzati e, di recente, hanno organizzato una raccolta fondi. Persino il presidente della Circoscrizione di Aspra Andrea Sciortino ha gestito un’ulteriore raccolta fondi per lui.

Trovate tutte le informazioni sulla sezione “Come aiutare” del suo sito.

Punto di riferimento di questo ragazzo coraggioso è l‘atleta paraolimpica Bebe Vio, vincitrice di numerose medaglie e sopravvissuta alla meningite che le ha portato via tutti e 4 gli arti.

E voi unimamme lo aiuterete? Che ne pensate della sua forza e voglia di vivere?