anziani maltrattati

Abusi sessuali in un ospizio.

Unimamme, purtroppo oggi dobbiamo parlarvi di un bruttissimo caso di abusi su anziani ospiti di un ospizio.

La vicenda si è svolta presso la casa famiglia Il Fornello di San Benedetto Val di Sambro, in provincia di Bologna, dove sono scattate le manette per 4 persone: il titolare cinquantaduenne della struttura, la moglie e altre due operatrici della struttura.

Anziani maltrattati in un ospizio

Tutti e 4 sono indagati per maltrattamenti sugli ospiti, in un caso c’è stata anche violenza sessuale di cui è accusato il titolare che ora è in carcere, mentre gli altri sono agli arresti domiciliari.

Gli anziani venivano presi a pugni, a schiaffi, derisi “tanto stai per morire”, durante la notte venivano tenuti al freddo e, infine, gli veniva somministrato cibo scaduto.

Il fornello, una casa privata in convenzione, aperta da circa un anno, è finita nell’occhio del ciclone grazie alle voci che circolavano in Paese e che sono arrivate fino all’orecchio dei carabinieri di San Benedetto.

Così sono state piazzate delle telecamere nella residenza che hanno confermato le violenze praticate in modo costante.

Il folletto è stato sequestrato, tre degli anziani sono stati trasferiti presso l’Ospedale Maggiore di Bologna, mentre gli altri 7 ora sono in altre strutture della zona.

Per evitare che si ripetano altri fatti del genere il comandante provinciale dei carabinieri ha lanciato un appello.

“E’ necessario che i famigliari o le persone care siano sempre vigili sulle condizioni di salute, non solo fisiche ma anche psichiche dei loro parenti affidati a queste strutture. Lo spaccato che emerge è che queste persone hanno bisogno di essere sostenute ma anche controllate”.

Unimamme, cosa ne pensate di quanto raccontato su Dire.it?

Noi vi lasciamo con una casa famiglia diventata un lager per minori.