bimbi a scuola

Bambina immunodepressa di 8 anni protetta dai compagni di classe: i bambini di una scuola elementare hanno deciso di vaccinarsi per lei.

Mentre le cronache, sempre più spesso, citano casi di genitori scriteriati che mettono a repentaglio la salute dei figli, in una scuola primaria di Baone, in provincia di Padova, i piccoli danno il buon esempio vaccinandosi per tutelare la salute di una compagna più fragile.

Venti bambini, con l’approvazione dei genitori, hanno deciso di sottoporsi al vaccino antinfluenzale perché una loro compagna non può farlo a causa del sistema immunitario compromesso.

Tutti i piccoli alunni, i loro genitori e le maestre hanno deciso di vaccinarsi per rafforzare l’immunità di gregge. Aumentando infatti la copertura vaccinale sono protette anche le persone che, per motivi medici, non possono farlo.

L’Ussl 6 Euganea ha vaccinato 20 bambini di circa 8 anni, 3 insegnanti e un gruppo di genitori.

In un mondo spesso concentrato sull’interesse personale, questi bambini insieme alle loro famiglie e ai loro insegnati ci insegnano molto” ha commentato Domenico Scibetta, direttore generale dell’USSL 6 Euganea.

“Gesti come questo hanno una grande importanza nel concreto, ma anche un significativo valore simbolico: ci fanno ben sperare per il futuro, un futuro abitato da uomini e donne consapevoli della bellezza e dell’utilità di essere cittadinanza attiva. Grazie di cuore per questo atto di solidarietà, strumento di prevenzione e di equità

Unimamme, cosa ne pensate di quanto raccontato su Avvenire?

Noi vi lasciamo con il messaggio virale di un pediatra sull’immunità di gregge.