Home Mamma & Co. Accade nel mondo Bambini hanno subito violenze fisiche e sessuali per 30 anni in un...

Bambini hanno subito violenze fisiche e sessuali per 30 anni in un orfanotrofio (FOTO)

CONDIVIDI

orfanotrofio Un nuovo, orribile, caso di pedofilia e violenze fisiche perpetrati in un orfanotrofio, è emerso grazie alle testimonianze delle vittime.

Il dramma si è svolto presso la Lagarie Children’s Home, nella località di Rhu nella contea di Argyll, in Scozia, gestita dall’istituto di carità Sailors’ Society.

Nel corso di un’inchiesta della BBC più di una dozzina di persone hanno testimoniato di aver subito abusi, anche di natura sessuale, mentre si trovavano ospiti di quella struttura.

Tra il 1949 e il 1982 centinaia di bambini hanno vissuto in questa casa.

Si trattava di bimbi figli di marinai che venivano presi in cura dall’associazione protestante Sailors Society, che si occupava anche di aiutare le famiglie degli uomini che lavoravano in mare e che avevano perso la mamma.

Angela, Norma e Mary Montgomery sono tre delle vittime che hanno testimoniato gli abusi subiti. Loro erano finite alla Lagarie Children’s Home quando la mamma era morta ancora giovane e il padre doveva lavorare in mare.

Le donne hanno dichiarato di essere state stuprate centinaia di volte dal reverendo William Barrie che gestiva la casa e di essere state picchiate dalla moglie Marie.

“Dopo un po’ per quanto fosse brutto, non è proprio che ci si abituasse…cominciavi a pensare che era inutile lottare o opporre resistenza… era questo il livello di accettazione, questo è diventato una parte della vita a Lagarie” ha dichiarato Angela, che ora ha 56 anni. La donna ha aggiunto che i bambini ospiti venivano prelevati e portati a convention per essere abusati da amici di Barrie e di persone legate alla charity.

Le sorelle Montgomery hanno pagato a caro prezzo le violenze subite, tutte e tre hanno poi avuto problemi mentali.

Philip Donald, di 51 anni ha raccontato che Anne Millar, la matrona della casa, lo sollevava per le orecchie, lo gettava nella vasca con acqua gelata, inoltre gli infilava le dita insaponate in bocca.

Roddy Austin, ora sessantunenne, è un’altra delle vittime di Lagarie.

A meno che non vivessi lì non potevi immaginare cosa accadesse, non potete comprendere cosa è accaduto… lei era il diavolo”.

Philip e Roddy hanno detto di essere stati violentati dal giardiniere della casa: Norman Skelton. “Mi ha violentato e poi l’ha fatto ancora e ancora”.

Skelton è morto nel 99, Anne Millar anche. William Barrie invece è deceduto nel 1993 e non è mai nemmeno stato interrogato sui crimini che gli sono imputati.

Le sorelle Montgomery hanno denunciato le violenze alla polizia nel 2000, ma nessuno è stato incriminato.

Una seconda inchiesta, promossa dalla Sailors Society, si è conclusa nel 2016.

Stuart Rivers, capo esecutivo dell’associazione di carità si è scusato per gli abusi “Penso che dobbiamo prenderci alcune responsabilità”. La Lagarie ha offerto consulenza psicologica gratuita alle vittime.

Rivers ha aggiunto che l’associazione si impegna a collaborare con la polizia e ha precisato che nessuno delle persone sospettate degli abusi dell’epoca ora collabora con loro. “Non gestiamo più nemmeno case per bambini, oggi abbiamo misure di salvaguardia rigorose”.

La polizia ha inviato alla Corona, che sponsorizzava l’associazione, un rapporto sull’inchiesta ma niente si è mosso. Un portavoce della Corona ha negato qualsiasi procedimento.

Unimamme, cosa ne pensate di questo caso di violenze e pedofilia di cui si parla su BBC?

Noi vi lasciamo con la recente scoperta che 300 preti pedofili hanno abusato sessualmente di bambini per 70 anni.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it