Home Figli Alimentazione Bambini schizzinosi a tavola: non è colpa dei genitori secondo la scienza

Bambini schizzinosi a tavola: non è colpa dei genitori secondo la scienza

CONDIVIDI

bambini schizzinosi

Unimamme, se avete figli che fanno gli schizzinosi saprete quanta fatica si fa per indurli a provare cibi nuovi e sani.

Bambini schizzinosi: uno studio

Sappiate però che non è colpa dei genitori se i figli hanno un rapporto difficile con il cibo, secondo uno studio questo atteggiamento dei figli dipende da un tratto genetico.

Uno studio dell’università dell’Illinois lo ha dimostrato analizzando la saliva di 153 bambini dell’asilo.

Nello sforzo di capire se il comportamento schizzinoso dei piccoli dipendesse da una predisposizione genetica o da altro i ricercatori hanno creato un genotipo, un processo che determina diversi tipi di composizione genetica nel DNA di una persona.

I risultati dello studio hanno dimostrato che i geni:

  • CA6
  • TAS2R38

sono direttamente responsabili per determinare la percezione sensoriale di un gusto più aspro.  I geni quindi alimentano l’atteggiamento schizzinoso dei bambini nei confronti del cibo.

Il problema però potrebbe essere un po’ più complesso della semplice genetica. In un’intervista il professore di scienze alimentari e alimentazione presso l’Università dell’Illinois Soo-Yeun Lee ha commentato durante un’intervista a OZY: “non si può incolpare di tutto la genetica.”

Lee comunque incoraggia i genitori a persistere nel cercare di espandere i gusti e la dieta dei figli.

Essere schizzinosi infatti è qualcosa che può essere disimparato, ma a volte bisogna insistere almeno 10 volte per far sì che i bimbi provino un cibo nuovo.

Secondo Lee i genitori non dovrebbero forzare i figli a mangiare qualcosa che odiano pur di avere il dessert “dover affrontare una punizione non è una stragegia a lungo termine positiva”.

Forse questa ricerca non risolverà i problemi con i vostri bimbi schizzinosi, ma almeno potrete pensare che la genetica ha influenzato il loro comportamento.

Unimamme, anche i vostri bambini si comportano così a tavola, facendo mille storie?

Cosa ne pensate dei risultati pubblicati sul Journal of Nutrigenics and Nutrigenomics?