Home Mamma & Co. Accade nel mondo Bambine sottratte ai genitori a cause di alcune immagini (FOTO)

Bambine sottratte ai genitori a cause di alcune immagini (FOTO)

CONDIVIDI

Unimamme, oggi vi raccontiamo la storia di alcuni bambini sottratti alla famiglia con un pretesto veramente incredibile.

Una famiglia separata per alcune foto delle figlie

Nel 2008 Lisa e A.J. hanno organizzato, insieme alle loro figlie di 5, 4 e 1 anno, una gita a San Diego i cui esiti, purtroppo, sono stati drammatici.

Come tante altre famiglie i genitori hanno scattato molte foto ricordo delle figlie e hanno pensato di portarle a sviluppare da Wallmart, una nota catena americana.

I membri dello staff hanno pensato però che quelle foto non fossero tenere, ma pornografiche.

Così hanno denunciato tutto alle forze dell’ordine ed è stata inviata un’indagine per abusi sessuali.

Secondo i rapporti ufficiali le bambine erano in pose provocatorie, con i loro genitali esposti, la famiglia ha replicato però che si trattava solo di foto divertenti e che la maggior parte delle persone aveva foto simili.

Le figlie di questa coppia sono state sottratte alla custodia dei genitori e messe in custodia protettiva mentre si svolgevano le indagini.

Lisa, la mamma delle bambine, è stata sospesa dal lavoro, mentre sia lei che il marito sono finiti sul registro dei responsabili per reati sessuali.

Nel corso di un’intervista la madre ha detto: “è stato un incubo, una cosa da non credere.”

In una delle foto finite sotto accusa le bambine erano su un asciugamano con le braccia le une intorno alle altre “noi pensavamo che fossero tenere”. 

In un’altra invece si vedeva il sederino di una delle bimbe.

Per fortuna la polizia ha poi deciso di non incriminarli e le bambine sono potute tornare tra le braccia dei genitori.

La famiglia ha trascorso i successivi 10 anni a fare causa alle persone che li hanno scaraventati in un incubo.

Infine, di recente, un tribunale ha stabilito che le bambine sono state sottratte ai genitori senza motivo e che non c’era alcun segno che le piccole fossero in pericolo.

Lisa, la mamma delle bambine riassume così quanto accaduto sul Washington Post: “per quanto possa sembrare pazzo ciò che voi pensate siano, le più belle e innocenti foto di bambini possono essere viste come qualcosa di completamente diverso e perverso”.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa storia?

Noi vi lasciamo con la condanna storica dell’Europa all’Italia per i bambini sottratti ai genitori.