bambino chiuso in auto
fonte iStock

Un bambino è rimasto chiuso in auto ed è stato salvato dai carabinieri.

Unimamme, una tragedia è stata sfiorata a Marmirolo, in provincia di Mantova, quando un bimbo di 2 anni è rimasto accidentalmente chiuso in un’auto.

Bambino rischia la vita in auto: cosa è successo

A mezzogiorno, una nonna di Marmirolo è andata a prendere il nipote di 2 anni che frequenta la scuola materna del paese per portarlo a casa con sè come faceva tutti i giorni.

La donna ha parcheggiato ma quando è scesa per prelevare il nipote dal seggiolino le porte dell’auto si sono bloccate, mentre le chiavi erano rimaste inserite nel quadro comandi, così come il cellulare, all’interno.

Trascorrevano i minuti e il piccolo rimaneva nell’abitacolo con i finestrini bloccati.

La nonna ha cercato di aprire, inutilmente, le portiere, mentre la temperatura nell’abitacolo aumentava e il bimbo iniziava a piangere per lo spavento.

La donna, a sua volta, ha iniziato a spaventarsi, a gridare in cerca di aiuto. Così qualcuno ha avuto la prontezza di chiamare i carabinieri di Mantova.

Sul posto è arrivata una pattuglia dei carabinieri di Marmirolo, con due agenti. Uno dei due militari ha cercato di tranquillizzare la nonna che ormai era nel panico più completo, mentre l’altro ha rotto il finestrino e ha estratto il piccino che era stremato dal caldo.

All’interno del veicolo infatti la temperatura era arrivata a 40 gradi.

Nel frattempo è arrivata anche un’unità di pronto intervento medico per assicurarsi che il bimbo stesse bene. Fortunatamente il piccolo, a parte lo spavento, non ha avuto conseguenze.

Unimamme, cosa ne pensate di quanto raccontato su Il Giorno?

In questo caso non si è trattato di una dimenticanza, ma di un malfunzionamento dell’auto, per fortuna tutto si è risolto per il meglio.

Leggi anche > Bimbo lasciato chiuso in auto sotto il sole, salvato dai passanti