“Un bambino cade sui binari della metro”, qualcosa che mai vorremmo vedere. Ma  è successo. Fortunatamente c’era un eroe.

Bambino cade sui binari e un ragazzo lo salva

Siamo a Milano, fermata Repubblica, e il bambino di 2 anni è con la madre sotto la metro che aspettano il treno. Improvvisamente il piccolo si alza e corre verso i binari, cadendoci o buttandosi (non è chiaro).

La madre se ne accorge e si alza dirigendosi verso il figlio, ma più veloce di lei è Lorenzo Pianezza, un 18enne di Milano anche lui in attesa del treno, che non si è fatto scrupoli e si è gettato sui binari per salvare il bimbo.

Un gesto coraggioso e spontaneo, da vero eroe. In quanti l’avrebbero fatto e senza pensarci troppo?

Il video del salvataggio, ripreso dalle telecamere di videosorveglianza, è divenuto ben presto virale e il sindaco di Milano, Sala, ha lanciato un appello su Facebook per  trovare l’eroe sconosciuto.

Rintracciato Lorenzo ha dichiarato di non sentirsi un eroe: “Ho fatto una cosa che mi sembrava giusto fare“.

Il ragazzo infatti pare infatti che si sia nemmeno posto il problema del treno potenzialmente in arrivo, ha solo compreso la gravità della situazione e si è gettato.

In realtà il treno, si è saputo successivamente, era stato bloccato grazie  a Claudia Flora Castellano, l’agente di stazione Atm, che aveva visto nei monitor cosa stava accadendo.

Il sindaco ha ringraziato ufficialmente e personalmente sia il giovane che l’agente.

A chi gli ha chiesto cosa provasse dopo il riconoscimento del valore e del coraggio dimostrati Lorenzo ha minimizzato, ma ha mostrato emozione quando ha detto che la mamma si è dichiarata molto orgogliosa di lui.

E grata sarà sicuramente la mamma del bimbo, che fortunatamente non ha riportato ferite, grazie a Lorenzo e probabilmente all’agente ATM, senza l’intervento della quale non si può davvero sapere cosa sarebbe successo.

E voi unimamme, che ne pensate di questa bella storia? Sicuramente dimostra che può bastare un attimo e che si può avere fiducia nel prossimo. 

Vi lasciamo con un’altra storia in cui un uomo ha salvato un bambino che rischiava di affogare.