Una bambina di 12 anni firma l’impegno per combattere la terra dei fuochi.

Aurora è una ragazzina di 12 anni, malata di cancro, ma decisa a combattere la Terra dei fuochi.

Questa bambina, figlia adottiva di Marilena e Ganmarco e malata di cancro da anni, è impegnata nella lotta per trasformare la nota Terra dei fuochi.

In occasione della sua Prima Comunione la bambina ha raccolto fondi per donare dei giocattoli ai bambini malati di cui lei parla così: “i bambini malati sono miei figli”.

Ora, questa coraggiosa ragazzina, insieme al parroco della Terra dei fuochi, Maurizio Patriciello e alla giornalista anticamorra Marilena Natale hanno siglato il piano d’azione contro i roghi.

La giornalista segue da tempo il caso della piccola Aurora e ha commentato così:
La mia guerriera continua a lottare. Aurora è un esempio di vita continuo: per lei è difficile anche salire un gradino, ma malgrado le sue sofferenze non si lamenta mai. Sorride ed ha sempre parole dolci per tutti i bambini malati. In questo momento così tragico per noi, quando metti in dubbio anche la fede, lei riesce ad alimentare la nostra forza“.

Aurora ha fondato un’associazione chiamata Terra dei cuori per aiutare altri bimbi malati come lei, diventando la portavoce delle persone che soffrono nella Terra dei fuochi.

Come accennato, Aurora, il prete e la giornalista sotto scorta hanno partecipato alla firma del protocollo tra il premier Giuseppe Conte, i vicepremier Salvini e Di Maio,  i ministri Sergio Costa, Alfonso Bonafede, Barbara Lezzi ed Elisabetta Trenta e dal sottosegretario alla Salute, Armando Batolazzi, insieme al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

In questa occasione Aurora stessa ha ricordato il suo impegno: Aurora, chi è la bambina simbolo della Terra dei fuochi. “Sono venuta qui per chiedervi aiuto. Mentre voi siete qui, stamattina una mia amica di appena 12 anni è morta e questo non è giusto. Voi dovete fare qualcosa per noi“.

Il vicepremier Di Maio ha commentato così l’evento: “Aurora è la prima di milioni di ragioni per non arretrare di un millimetro su ciò che stiamo facendo per la Terra dei fuochi. Ha fondato un’associazione per aiutare gli altri bambini malati come lei che si chiama “Terra dei cuori”. A me piacerebbe che una volta spenti quei maledetti roghi, questa terra venga chiamata proprio così. Le ho promesso che ci impegneremo con tutte le nostre forze. Questa è la sfida più difficile che abbiamo ma la nostra squadra vuole bene a questa terra“.

Unimamme, cosa ne pensate di quanto riportato su Avvenire?

Noi vi lasciamo con un approfondimento sui decessi dei bambini nella Terra dei fuochi.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore