Home Mamma & Co. Accade nel mondo Bambino di 7 anni curato solo con l’omeopatia muore: genitori condannati

Bambino di 7 anni curato solo con l’omeopatia muore: genitori condannati

CONDIVIDI

omeopatia

Unimamme, oggi vi parliamo di un incredibile caso che, quasi certamente, genererà molta indignazione in tanti genitori.

Bambino malato d’asma trovato morto in un appartamento

Bruce Hopkins e la moglie Schrell, originari di Detroit, sono due genitori che hanno curato l’asma del figlio minore di 7 anni con l’omeopatia.

Quando le crisi del piccolo sono diventate più forti loro non l’hanno portato in ospedale ma l’hanno tenuto in casa dove poi è morto.

Purtroppo l’orrore non è finito lì, perché la coppia non ha denunciato la morte del figlio, il suo corpo è infatti rimasto in casa con loro per un mese.

La morte del piccolo è stata scoperta solo quando i Mossos hanno fatto finalmente irruzione nell’appartamento, a seguito della chiamata del padrone di casa che non riceveva l’affitto da un anno.

Nella stanza da letto dove dormivano tutti, anche due figli adolescenti, i poliziotti spagnoli hanno scoperto il cadavere del piccolo.

I genitori si sono giustificati sostenendo di non essersi accorti della morte del piccolo e che speravano si svegliasse grazie alle loro preghiere.

Ora le accuse nei loro confronti sono molto gravi: secondo l’accusa infatti il figlio sarebbe morto a causa della loro negligenza.  Nel corpo del bimbo, come si legge su Il Corriere, non sono state trovate tracce di farmaci.

Per la coppia sono stati quindi chiesti 3 anni e 3 mesi di carcere.

Stando alla testimonianza della figlia maggiore, diciottenne, i genitori non credevano nella medicina tradizionale, perché tempo fa la mamma si era rivolta ai dottori per combattere un’allergia senza risultati ma ottenendo invece peggioramenti.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa vicenda?

Non pensate che la morte di questo bimbo si potesse evitare?

Com’è potuto succedere che nessuno si sia accorto della sua scomparsa?

Noi vi lasciamo con il dolore di una mamma che piange la figlia morta perché non era stata vaccinata.