Avere animali ha grandi benefici sui bambini, un recente studio aggiunge un tassello in più su questo tema.

Bambini e cani: uno studio sull’asma

Stando a uno studio condotto dalla ricercatrice italiana, Silvia Colicino, presso l’Imperial College di Londra i bambini che crescono con un cane hanno il 40% di possiblità in meno di sviluppare l’asma entro i 3 anni.

Ecco come si è svolto lo studio:

  • sono stati selezionati 20 mila bambini
  • i piccoli avevano 5 età differenti
  • c’erano anche bimbi affetti da asma

Con i dati gli scienziati hanno potuto predire, con l’80% di accuratezza, quale tra i bambini avrebbe sviluppato l’asma.

I cani, solitamente, trascorrono più tempo all’aperto e trasportano maggiori batteri in casa, il primo contatto dei bambini, fino a 2-3 anni, ma in modo particolare nel primo anno di vita, sembra essere quello che protegge dall’asma.

La spiegazione di un tale fenomeno è più semplice di quello che pensate, i cani sono più sporchi dei gatti, quindi espongono i bambini agli allergeni precocemente contribuendo così alla crescita e maturazione del loro sistema immunitario.

I gatti sono più puliti e un po’ meno attaccati ai loro padroncini quindi svolgono un ruolo di minor rilievo rispetto all’asma.

Inoltre i gatti possiedono degli allergeni che potrebbero causare problemi respiratori.

Lo studio ha dimostrato che i bimbi con sintomi sibilanti ed eczema nella prima infanzia hanno il 75% di probabilità in più di sviluppare asma rispetto a un bimbo con sibili ma senza eczema in età prescolare.

“La nostra ricerca ha dimostrato che esistono numerosi fattori che possono predire se un bambino svilupperà l’asma prima di raggiungere i 20 anni” ha dichiarato la dottoressa Colicino.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questo studio di cui si parla sul Daily Mail?

I risultati verranno pubblicati l’anno prossimo.

Noi vi lasciamo con uno studio che dimostra che gli animali domestici rendono i figli più buoni.