Home Mamma & Co. Accade nel mondo Il fumo in spiaggia va vietato: l’appello del Codacons

Il fumo in spiaggia va vietato: l’appello del Codacons

CONDIVIDI

fumo in spiaggia

 

Il Codacons chiede che fumare venga vietato in tutte le spiagge italiane.

Fumare in spiaggia va vietato: un’iniziativa per vietarlo nelle spiagge

La vita per i fumatori potrebbe ulteriormente inasprirsi. Il Codacons infatti chiede a gran voce l’estensione del divieto di fumo anche sulle spiagge.

Il divieto è già previsto

  • in auto,
  • in presenza di donne in stato di gravidanza e
  • all’aperto “nelle pertinenze pertinenze esterne delle strutture universitarie ospedaliere, presidi ospedalieri e IRCCS pediatrici e alle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria delle strutture universitarie ospedaliere e dei presidi ospedalieri e degli IRCCS”.

Non si tratta di un possibile decreto rivoluzionario, perché alcuni comuni attuano già questa politica. La spiaggia di Bibbione, nell’Alto Adriatico, sono anni che sta sperimentando il divieto e anche una spiaggia di Savona, in Liguria, è diventata smoke-free. A queste si è aggiunta anche Sirolo, in provincia di Ancona, sul Conero, dove chi fuma in spiaggia incorre in una sanzione di 500 euro.

Secondo alcune ricerche scientifiche l’inquinamento provocato dal fumo in spiaggia è a livelli allarmanti. L’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano ha dichiarato che “in certe condizioni, l’inquinamento generato dalle sigarette fumate sotto gli ombrelloni può superare quello che si registra in una zona ad elevato traffico di auto”, come si legge su Studio Cataldi.

Uno studio inglese, ha provato ad accertare i danni da fumo con risonanza magnetica su molte donne in gravidanza. 

Il Codacons spiega che sottovento, ai fumatori, alla distanza di 10 metri, con una velocità del vento di 2,7 m/s, si generano picchi molto elevati di inquinamento, contemporaneamente alla percezione olfattiva.

I danni del fumo passi, lamenta il Codacons, non sono ancora stati abbastanza evidenziati, sebbene siano elevati.

Un altro studio che vi avevamo segnalato in passato mostrava i danno del fumo passivo di 3° mano.

“Le spiagge si rivelano essere un luogo in cui i livelli superano quelli di allerta” rimarcano dal Codacons.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa proposta? Vorreste anche voi il divieto di fumo in spiaggia per tutelare la salute dei bambini?


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it