Unimamme oggi vi raccontiamo una storia forte, che un uomo, un marito, ha deciso di condividere tramite una foto in modo che ciò che è accaduto a lui non succeda ad altri.

Un papà condivide la storia della moglie malata

Elliott Lowe è un marito che ha postato sul web la foto della sua compagna mostrando ciò che la malattia le ha fatto in 8 mesi.

Elliott ha capito che il cancro alla cervice della moglie, colto al 4° stadio, poteva essere individuato prima.

Un anno fa esattamente il 22-12 -2016 la mia bellissima moglie, la mia migliore amica, la madre dei nostri 4 bellissimi figli, il mio mondo, la mia anima gemella, di fatti il mio tutto ha ricevuto una diagnosi dal Milton Keynes Hospital  che avrebbe devastato le nostre vite e cambiato tutto per sempre

A mia moglie (Donna Lowe) è stato diagnosticato un cancro  alla cervice tre giorni prima di Natale, il 10 gennaio 2017 dopo ulteriori test e la Pet il consulente del Northampton General Hospital ci ha dato un altro devastante colpo dicendoci che il cancro si era già diffuso ai linfonodi dell’area del bacino e per questo il cancro era stato diagnosticato allo stadio 4.

A dispetto di una dura, brutale lotta contro il cancro che ha visto una radioterapia giornaliera per 6 settimane e una sessione di chemioterapia, una sessione che è stata interrotta a causa di complicazioni la diagnosi reclamava la sua vita.

Con rammarico il mattino di sabato 5 agosto 2017 mia moglie è morta tra le mie braccia circondata dai nostri 4 figli, sua madre, suo fratello, le sorelle all’età di soli 32 anni presso il Willen Hospice, Milton Keynes.

Condivido questo con voi, oggi un anno dopo la diagnosi per incoraggiare chiunque legga questo che si prenda cura di se stessa per garantire che le donne speciali siano effettivamente tutte le donne nella nostra vita, parenti amiche e che partecipino al loro Screening Cervicale (una volta chiamato strisciata) e che non manchino di partecipare o dimentichino di riorganizzarlo.

La mia favolosa moglie ha rimandato la sua strisciata per motivi che nemmeno riesco a ricordare, credetemi ho cercato di farlo, e non c’è giorno in cui non scambierei posto con lei o desideri di averla trascinata lì o aver riorganizzato l’appuntamento.

Avendo parlato con poche di voi qui so che alcune non hanno fatto strisciate da anni, alcune da 20 anni.

Lo screening cercivale porta via solo una manciata di minuti. Sono consapevole che non è l’esperienza più confortevole o dignitosa per le donne ma le conseguenze di non farlo possono devastare la vita di chiunque sia connesso e lo farà per generazioni a venire, mi sveglio ogni mattina da solo, sono veramente grato per questo, ma non è la stessa cosa né lo sarà mai.

Mia moglie ha mancato l’appuntamento per il test della cervice e ne ha pagato il prezzo più alto con la vita.

Non lasciamo che altre famiglie affrontino lo stesso dolore che noi affrontiamo ogni giorno, combattiamo il cancro insieme, la prevenzione salva vite, lo so perché sono rimasto in contatto con famiglie e donne che sono state curate insieme a mia moglie e a cui era stato detto tutto a posto.

Sono orgoglioso di quanto mia moglie abbia lottato contro questa devastante malattia a dispetto del fatto che conosceva la terribile verità che alla fine questa avrebbe avuto la sua vita.

So che è Natale e che alcune immagini possono turbarvi, mi scuso se lo fanno, ma ne avevo bisogno per dimostrare quanto devastante sia il cancro.

Per favore condividete questo post con i vostri amici e chiedetegli di fare la stessa cosa insieme possiamo battere il cancro e salvare vite, non lasciate che altre famiglie affrontino ciò che affrontiamo noi quotidianamente.”

Unimamme, questo post ha ottenuto 58 mila Like e più di 39 mila condivisioni diventando virale.

Voi cosa ne pensate?

Noi vi lasciamo con uno studio che usa lo sperma per combattere il cancro alla cervice.