ragazzo abusato

Le vittime di molestie sessuali, compresi i bambini, non solo sono spesso stigmatizzate per aver parlato delle loro esperienze, ma in alcuni casi sono anche punite per questo.

Quando le molestie sessuali sono seguite da violenze fisiche e psicologiche

Anche se raramente vengono segnalati casi di questi orribili abusi, all’inizio di questa settimana, uno psicologo saudita, il dott. Hussain Al Shamarani, ha parlato di un incidente scioccante che ha riscontrato nella sua attività in un ospedale saudita.

In un tweet pubblicato sul suo account Twitter ufficiale, Al Shamarani ha affermato di essere stato recentemente avvicinato da un padre il cui giovane figlio è stato molestato sessualmente da un certo numero di adolescenti.

Il padre ha detto allo psicologo che dopo aver scoperto l’assalto, ha deciso di punire suo figlio “bruciando con un ferro caldo” le parti intime del ragazzino.

Quest’uomo è venuto a chiedere il mio consiglio, non sapendo che la sua azione aveva già fatto più danni alla salute del bambino e al benessere mentale“, ha detto lo psicologo dopo aver scoperto l’accaduto.

Poi ha aggiunto: “Ci sono così tanti casi simili, in cui i genitori ricorrono a punire un bambino dopo le molestie sessuali“.

Altri “semplicemente scelgono di non farsi avanti per ottenere l’aiuto di cui hanno realmente bisogno in seguito a tali incidenti” denuncia il medico.

Lo psicologo chiarisce: “Le conseguenze di punire la vittima o tacere su un’aggressione sono dannose per i bambini che soffrono di un abuso sessuale. Le vittime di tali aggressioni hanno bisogno di assistenza medica per superarla e devono essere viste dai medici che valuteranno i loro casi e fornire loro la cura e il supporto di cui hanno bisogno“.

Quando questo medico ha diffuso quanto accaduto sui social, per aumentare la consapevolezza, e in tanti hanno accusato il padre per quello che aveva fatto.

E voi unimamme che ne pensate?

Fortunatamente casi di abuso dopo abuso non sono così comuni, ma il silenzio spesso è frequente, e questa storia ci aiuta a capire che anche tacere equivale a ferire e a non aiutare.