Twitter/MrDerekHarvey

Perché ci si sposa? Sicuramente perché si è innamorati e si vuole restare assieme a quella persona per tutta la vita e costruire un progetto di vita solido. Eppure perché tanti matrimoni terminano in divorzio? Spesso si dice che il problema è la mancanza di comunicazione oppure i problemi economici o ancora aspetti legati alla sfera sessuale. In realtà sembra che la motivazione sia un’altra.

Ecco perché i matrimoni non durano

Twitter/MrDerekHarvey

Secondo Dereck Harvey, scrittore, musicista e creativo, il motivo per il quale molte relazioni naufragano è uno solo: le aspettative non realizzate. Lo ha imparato durante un corso subito dopo essersi sposato. Chi lo conduceva ha chiesto quale fossero le cause dei divorzi:

Mi sentivo un esperto in matrimoni. Ho alzato la mano e ho risposto alla domanda: “Sesso, soldi e comunicazione!”…poi ho guardato mia moglie vicino a me e ho sogghignato. Troppo facile.

Sbagliato” ha risposto lui “Questi sono sintomi di un problema reale“. “Il vero motivo per cui i matrimoni finiscono è uno solo: le aspettative non realizzate“. 

Harvey dice che è un esperto di matematica, che gli piacciono le equazioni e allora ha provato a immaginare quale formula potrebbe andare bene per questo tipo di situazione: “Non importa se siete single, sposati, che lavoriate, che siate disoccupati, giovani, vecchi o quello che volete. Le aspettative non corrisposte sono letali per chiunque. Nessuno è immune. ASPETTATIVA – OSSERVAZIONE= FRUSTRAZIONE

Harvey prende una situazione molto comune e la analizza: l’aspettativa è che dopo una giornata di lavoro, torna a casa aspettandosi di trovare la cena pronta, con la moglie che indossa il grembiule ed è perfetta mentre la figlia di 16 mesi mangia da sola tutto il suo cibo senza fare storie. Poi, quando tutti finiscono di cenare nello stesso momento, si alzano e fanno una passeggiata vedendo tramontare il sole del Colorado, mentre il figlio maggiordomo (sì, maggiordomo) pulisce casa.

Twitter/MrDerekHarvey

L’osservazione (ovvero la realtà) è quella di arrivare a casa e di trovare la moglie che sta lavorando e quando le chiedi della cena lei ti risponde che è una mamma troppo carica di lavoro e troppo stanca.  La cucina è in uno stato pietoso e in frigorifero non c’è niente da mangiare. I giocattoli sono sparsi dappertutto e lui e la moglie si abbandonano sul divano senza la minima voglia di mettere a posto.

La frustrazione nasce appunto dalla mancanza di aspettative soddisfatte: “il fatto è questo: nella vita abbiamo spesso delle aspettative che non vengono realizzate e spesso ne rimaniamo frustrati. Non dobbiamo farlo.”

Lasciate che la vostra OSSERVAZIONE abbia la precedenza sulla vostra ASPETTATIVA. Punto. 

In altre parole, seguite la corrente

Qualcuno potrebbe dire di non avere mai aspettative. Ma non è realistico. Penso che le salutari e realistiche aspettative che vengono comunicate siano giuste. Ma quando siete in una situazione e le vostre aspettative non sono soddisfatte, lasciate che l’osservazione prenda il sopravvento. Mettete da parte l’aspettativa in quel momento e date una mano alla realtà.

Stanchi di essere frustrati? Allora affrontate la realtà. Alla fine di tutto, parlate con chi è coinvolto in ciò che voi vi aspettate e perché”. 

E voi unimamme cosa ne pensate della riflessione di questo papà pubblicata su Inspiremore?

Intanto vi lasciamo con il post che parla del matrimonio che fa bene alla mente, parola di scienza.