Padre denuncia il figlio per le immagini trovato sul telefonino (FOTO)

Un papà ha preso una decisione forte dopo aver visto il telefono del figlio.

Unimamme, oggi vi raccontiamo la storia di un papà che ha scoperto una cosa sconvolgente riguardo suo figlio e ha avuto il coraggio di agire.

Un papà dopo aver controllato il telefono del figlio decide di denunciarlo

Il papà Paul Spensberger, di recente, ha confiscato il cellulare a suo figlio diciassettenne Andrew, perché il ragazzo si era comportato male.

Mentre il papà controllava cosa c’era sul cellulare del figlio ha fatto una scoperta che l’ha lasciato agghiacciato.

Paul infatti ha trovato le immagini di una bimba di 2 anni nuda.

Quello stesso giorno il papà ha deciso di chiamare le autorità, contattando il dipartimento di polizia locale, dichiarando che aveva trovato contenuti inappropriati sul cellulare del figlio.

Le foto appartenevano a una bimba di 2 anni legata alla fidanzata di Andrew. Il ragazzo ha ammesso di aver tolto il pannolino alla bimba per scattare delle foto.

Il giovane intendeva vendere le immagini a un compagniodi classe, che lui sospetta essere un pedofilo, per 330 dollari.

Al ragazzo è stata data una cauzione di 10 mila dollari, che però il padre di rifiuta di pagare.

“Lui di sente malissimo. Ha dei rimorsi ed è spaventato. Sta fronteggiando il suo periodo in prigione. Potrei farlo uscire ma ha bisogno di imparare la lezione”.

Commentando il proprio gesto risoluto sul Daily Mail Paul ammette: “non so se farei la stessa cosa di nuovo. “

“Tutto questo è disgustoso e non etico, non sarebbe mai dovuto accadere”.

Questo papà ha però creduto alla versione del figlio sul fatto di rivendere le foto a un compagno di classe.

Successivamente Paul ha rinnegato quanto si presume abbia dichiarato al Daily Mail.

Andrew ora deve affrontare un’accusa per possesso di materiale pornografico. Se venisse condannato dovrebbe rimanere in prigione per 4 anni.

La madre dell’adolescente è preoccupata che il figlio possa essere attaccato dagli altri detenuti a causa della natura del suo crimine.

Nel frattempo Andrew attende l’udienza in prigione.

Unimamme, questa storia ci pone davanti a un grande dilemma su come agire quando i figli commettono un errore molto grave e potenzialmente molto pericoloso per la comunità.

Voi cosa avreste fatto al posto di questo papà?
Avreste avuto la forza di denunciare vostro figlio?

Noi vi lasciamo con alcuni suggerimenti per tutelare i bambini dal rischio di pedofilia.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta