Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images

All’incontro “La Protezione dei Minori nella Chiesa”, Papa Francesco propone delle linee guida di 21 punti: fermare il fenomeno delle spose-bambine.

Papa Francesco ha iniziato in questi giorni l’incontro su “La Protezione dei Minori nella Chiesa”. All’incontro partecipano 190 rappresentanti religiosi che avranno anche la possibilità di ascoltare le testimonianze delle vittime.

Il Papa ricorda che per aiutare i minori ci vogliono i fatti e non solo le parole: “Ascoltiamo il grido dei piccoli che chiedono giustizia. Il popolo dei fedeli, ci guarda e attende da noi non semplici e scontate condanne, ma misure concrete ed efficaci da predisporre”.
Il Pontefice propone delle linee guida, 21 proposte giunte dalle diverse Commissioni e Conferenze episcopali.

“La protezione dei minori nella Chiesa”: la “road-map” di Papa Francesco

In questi giorni, in Vaticano si sta tenendo l’incontro su “La protezione dei minori nella Chiesa”. Papa Francesco introduce l’incontro con un breve discorso ed  ha poi condiviso con i partecipanti delle linee guida come aiuto per i giorni di lavoro: “Grava sul nostro incontro il peso della responsabilità pastorale ed ecclesiale che ci obbliga a discutere insieme, in maniera sinodale, sincera e approfondita su come affrontare questo male che affligge la Chiesa e l’umanità. Iniziamo, dunque, il nostro percorso armati della fede e dello spirito di massima parresia, di coraggio e concretezza”.

Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images

Le linee guida distribuite sono un insieme di 21punti di riflessione” che sono stati formulati dalle Conferenze episcopali in vista di questo evento. Il Papa li ha riassunti in un elenco che ha dato ai presenti: “Un semplice punto di partenza, che viene da voi e torna a voi, e che non toglie la creatività che ci deve essere in questo incontro”.

Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images

Dei i 21 punti di riflessione ne riportiamo alcuni:

  • L’elaborazione di un vademecum pratico sui passi da compiere da parte dell’autorità in tutti i momenti chiave dell’emergenza di un caso
  • Avere delle strutture di ascolto
  • Stabilire i criteri per il coinvolgimento del vescovo o del superiore religioso
  • Attuare procedure condivise per l’esame delle accuse, la protezione delle vittime e il diritto di difesa degli accusati
  • Informare le autorità civili e le autorità ecclesiastiche superiori nel rispetto delle norme civili e canoniche
  • Fare una revisione periodica dei protocolli e delle norme per salvaguardare un ambiente protetto per i minori in tutte le strutture pastorali; protocolli e norme basati sui principi della giustizia e della carità e che devono integrarsi perché l’azione della Chiesa anche in questo campo sia conforme alla sua missione
  • Accompagnare, proteggere e curare le vittime, offrendo loro tutto il necessario sostegno per una completa guarigione
  • Incrementare la consapevolezza delle cause e delle conseguenze degli abusi sessuali mediante iniziative di formazione permanente di Vescovi, Superiori religiosi, chierici e operatori pastorali
  • Elevare l’età minima per il matrimonio a sedici anni
  • Effettuare per i candidati al sacerdozio e alla vita consacrata una valutazione psicologica da parte di esperti qualificati e accreditati
  • È necessario che si istituisca, laddove non si è ancora fatto, un organismo di facile accesso per le vittime che vogliono denunciare eventuali delitti. Un organismo che goda di autonomia anche rispetto all’Autorità ecclesiastica locale e composto da persone esperte (chierici e laici), che sappiano esprimere l’attenzione della Chiesa verso quanti, in tale campo, si ritengono offesi da atteggiamenti impropri da parte di chierici.
Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

L’arcivescovo di Malta Charles J. Scicluna, segretario per la Dottrina della Fede ha definito le linee guida del Papa, una sorta di “road-map”: “Sono punti importanti, molto pratici. Il Papa ci ha dato una ‘road map’ che indica il cammino anche per il futuro. Non tutto può essere esaminato in soli tre giorni e questi punti faranno parte anche del seguito di quest’incontro“.

Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images

Leggi anche > “Sono stato abusato sessualmente da preti in seminario”: rivelazione shock – FOTO

Voi unimamme cosa ne pensate dalla road map di Papa Francesco?