Home Mamma & Co. Accade nel mondo Poliziotta allatta un bambino affamato ricoverato in ospedale (FOTO)

Poliziotta allatta un bambino affamato ricoverato in ospedale (FOTO)

CONDIVIDI

poliziotta allatta un bambinoSe una poliziotta allatta mentre è in servizio è qualcosa di bello, se allatta il figlio disperato perché affamato di un’altra donna, lo è ancora di più.

E’ ciò che ha fatto Celeste Ayala, una poliziotta argentina, e il suo gesto d’amore è stato immortalato e poi condiviso su Facebook, divenendo virale.

A pubblicarlo un collega di Celeste, Marcos Heredia, che ha condiviso sul suo profilo la foto della donna in divisa mentre allatta un bambino di 6 mesi, con il seguente commento:

Voglio rendere pubblico questo grande gesto d’amore che hai fatto oggi con quel bambino, senza conoscerlo non hai esitato e per un attimo hai agito come se fossi sua madre, senza curarti della SPORCIZIA e della PUZZA come avevano invece fatto i professionisti dell’ospedale. Cose del genere non si vedono tutti i giorni.

Mentre l’agente Ayala era in servizio presso l’ospedale Sor Maria Ludovica di Buenos Aires alcuni assistenti sociali avevano portato il bambino assieme ai suoi 5 fratelli. Tutti piangevano ed erano affamati, e fra tutti il più disperato era il piccolino. La poliziotta, da poco divenuta mamma, ha compiuto un gesto naturale allattando e coccolando il bambino.

Celeste ha raccontato che i bambini erano stati portati via dagli assistenti sociali ai genitori perché trovati in stato di abbandono: erano infatti denutriti ed avevano la scabbia. Questa poliziotta che è mamma di un bambino di un anno e 4 mesi ha raccontato di aver subito capito che il piccolino aveva fame perché si metteva la mano in bocca, quindi ha chiesto all’assistente sociale se poteva allattarlo e così ha fatto.

Ha poi ricordato la scena a cui ha assistito quando sono arrivati i bambini: i genitori avevano infatti seguito gli assistenti sociali fino in ospedale.

I genitori dei bambini sono infatti disoccupati ed hanno anche problemi di dipendenza, per questo gli assistenti hanno prelevato i bambini, ma Celesta spiegando che “La madre è sempre la madre e che il legame dei figli con lei è comunque importante, si sta ora impegnando con gli assistenti sociali per aiutarli a riunire la famiglia. “Il più grande, ha 9 anni, capisce tutto e soffre moltoha commentato Celeste su Clarin.

 

Infine, come potete vedere nella foto, questo bellissimo gesto d’amore è stato anche premiato: Celeste è stata infatti promossa da agente a sergente dal capo della polizia in persona!

La polizia che ci rende felici, la polizia che vogliamo!” si legge nel tweet del capo della polizia.

E voi unimamme non trovate che sia una bellissima notizia?

Vi lasciamo con un altro gesto altrettanto bello di un’infermiera ebrea nei confronti di un bambino palestinese.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it