Home Diventare Mamma Quanto tempo si impiega a riprendersi dal parto: un’immagine lo spiega

Quanto tempo si impiega a riprendersi dal parto: un’immagine lo spiega

CONDIVIDI

Quanto tempo si impiega a riprendersi dal parto: un’immagine spiega quanto duri la ripresa. 

E’ un fatto risaputo che ci voglia del tempo per riprendersi dopo la nascita di un altro essere umano. L’utero deve passare dalle dimensioni di un’anguria a quelle solite e ha bisogno di tempo. E solo chi non ha partorito può non conoscere i problemi che possono nascere per esempio con le emorroidi o i punti del parto, tanto da chiedersi se dopo la nascita si sarà come prima.

Alcuni esperti dicono che ci voglia un intero anno per riprendersi e ovviamente molte donne non hanno a disposizione neppure la maternità per poter stare a casa tre mesi dopo la nascita.

Quanto tempo si impiega a riprendersi dal parto: cosa dice una mamma 

Come è stato condiviso su Facebook dalla pagina Labor of Love –Lancaster, PA, curata da Laura Fry, mamma e sostenitrice della nascita, perché il corpo recuperi ci vuole tempo. Fry ha infatti usato l’immagine di un piatto di carta per rappresentare lo spazio lasciato dalla placenta dopo la nascita. Non è geniale?

Ecco quello che scrive:

22 cm o 8.6 inches. Questo è il diametro esatto di un piatto di carta, ovvero il bel disegno cinese in casa nostra. È anche il diametro medio di una placenta. Dopo la nascita di un bambino, alle madri viene detto di prenderla con calma per almeno 4-6 settimane. Ci sono buone ragioni per questo! Uno di questi motivi è che dopo la nascita del bambino, le madri sono lasciate con una ferita all’interno del loro utero dove la placenta era attaccata. Quella ferita impiegherà almeno 4-6 settimane per guarire completamente. Durante questo periodo le mamme sono ancora suscettibili di infezioni e emorragia. Anche se hanno avuto un parto vaginale senza complicazioni e si sentono bene, dovranno comunque prendersi cura di sé stesse e non esagerare per le prime settimane post-Partum. A quelle madri, riposate! Ai loro mariti, soci, genitori, suoceri, amici – lasciate che si riposino! Aiutate il più possibile e non lasciate che esagerino!

Come dice il detto ” una settimana a letto, una settimana intorno al letto, e 2 settimane intorno alla casa.”

Ho modificato per aggiungere: non sono un medico professionista. Questo deve essere solo un consiglio di buon senso per prenderla con calma. Non voglio che le donne passino 4 settimane senza muoversi. Ascoltate il vostro corpo e prendetevi cura di voi stesse! Parlatene con il medico o l’ostetrica se avete domande”.

Per la cronaca: il post è diventato virale con 2.500 commenti tra cui “Grazie” “Adesso lo faccio!”.  Significa che forse molte donne non sono ancora in grado di prendersi cura di sé o che sono circondate da persone che non capiscano l’importanza dell’evento di mettere al mondo un’altra vita.

E voi unimamme cosa ne pensate? Intanto vi lasciamo con il post che parla del corpo dopo il parto: basta ipocrisie!