Bambina malata, allettata con termometroAbbiamo già parlato delle più comuni malattie esantematiche,  ma oltre al morbillo, alla varicella, alla scarlattina e alla rosolia ci sono altre malattie che si presentano in età pediatrica e sono la quarta, la quinta e la sesta malattia.

Le altre malattie esantematiche: quarta, quinta e sesta malattia

Vediamo in dettaglio quali siano i sintomi, i trattamenti e le conseguenze per i bimbi:

Malattie esantamatiche: la Quarta malattia

Viene anche definita “scarlattinetta” perché è causata dallo stesso virus della scarlattina, e presenta gli stessi sintomi, ma il tutto in forma più lieve.

I sintomi sono febbre, mal di gola, possibile presenza di placche, in più la caratteristica  comparsa di macchioline rosse sul corpo a partire dall’inguine.

Non porta particolari conseguenze anche se viene contratta in gravidanza, e viene curata con una terapia antibiotica  mista  ad antipiretici per abbassare la febbre, tuttavia in alcuni casi può portare conseguenze a livello reumatico o renale. Colpisce principalmente i bambini, ma può colpire anche gli adulti.

Malattie esantematiche: la Quinta malattia

Viene anche detta megaloeritema: è di origine virale quindi non prevede terapie specifiche, bisogna solo lasciare che svolga il suo corso.

sintomi sono febbre e arrossamento, soprattutto della zona delle guance, ed in seguito macchie rosse sul tronco e su braccia e gambe. La quinta malattia non presenta particolari forme di trattamento, se non quelle per abbassare la febbre, poiché, essendo di origine virale, deve poter avere il suo decorso. Colpisce principalmente bimbi in età scolare.

Malattie esantematiche: la Sesta Malattia

Conosciuta anche con il nome di esantema critico: è causata dall‘ Herpes Virus Umano di tipo 6B e si manifesta tramite  febbre, irritabilità, nausea, vomito e mal di gola. A seguito di questa fase si  manifestano su tutto il corpo macchie rosse e dolori muscolari.

Anche in questo caso la terapia che si effettua è di supporto, perché la malattia è causata da un virus, quindi si consiglia l’assunzione di antifebbrili in presenza di febbre, o si usa una terapia antibiotica nel caso in cui si sviluppino infezioni secondarie (mal di gola, catarro, ecc.). Colpisce bambini di età compresa tra i 3 mesi e i 2 anni.

E voi unimamme, quali di queste hanno avuto i vostri figli?