Runa Moccia è una ragazza di 17 anni che è scomparsa da circa un mese. Nessuno sa più dove sia.

Si infittisce il giallo di Runa Moccia: è passato circa un mese da quel fine luglio quando la ragazza di 17 anni, ospite in una comunità di minori a Cantarana – da cui in questi giorni si era allontanata un’altra minorenne – è stata inghiottita dal buio. Si trovava ad Asti con gli educatori per un gelato e un attimo dopo è scomparsa. Non si hanno più notizie neanche del presunto fidanzato di Runa, un ragazzo egiziano maggiorenne che aveva conosciuto in comunità. Qualche bersaglio di speranza il 15 agosto, quando la ragazza – o forse non era nemmeno lei – ha scritto su Facebook: “Sto bene”. Cosa vuole dire poi quella frase postata il 3 luglio: “Sarò un vuoto che non colmerai?”.

I genitori – ai quali è stata tolta la patria potestà – sono molto preoccupati, così come la sorella gemella che è ospite di un’altra comunità in provincia di Cuneo. Della famiglia fanno parte altri 3 fratelli che però non hanno alcuna notizia della 17enne.

La denuncia di scomparsa è stata presentata ai carabinieri di Asti e il papà si è rivolto al criminologo, vicepresidente dell’associazione Penelope. Tutti stanno cercando la ragazza sia ad Asti sia a Torino, dove sono stati distribuiti dei volantini un po’ ovunque.Il timore del padre è che la ragazza possa essere tenuta prigioniera, anche perché Runa non aveva né cellulare né soldi quando è scomparsa.

Padre e madre invitano chiunque abbia notizie a telefonare al 3280522938 o a contattare le forze dell’ordine.