Images made by Audrey Henderson, MSc, St Andrews University

In questi giorni purtroppo si stanno registrando dei casi in aumento di influenza: anche noi ne siamo rimasti colpiti e ho dovuto trascorrere il Natale a letto con 39 di febbre (le bambine ovviamente sono state bene tutto l’anno e si sono ammalate proprio intorno alla Vigilia).

Di solito ci si accorge della presenza della febbre quando si hanno i brividi di freddo e ci si sente con “le ossa rotte”, e senza voglia di fare nulla.

Eppure la scienza ci insegna che ci sono dei segnali incontrovertibili che possono dimostrare che una persona si è ammalata addirittura al primo sguardo.

I segnali per capire se una persona si è ammalata d’influenza 

Secondo infatti una ricerca pubblicata su Proceedings of the Royal Society B, chi sta combattendo con l’influenza ce l’avrebbe scritto in faccia.

Ci sono infatti dei cambiamenti impossibili da non notare come:

  • pallore della pelle e delle labbra
  • faccia gonfia
  • palpebre cadenti
  • aspetto stanco

Il cervello umano sarebbe in grado di individuare questi sintomi prima ancora che appunto si contragga la febbre in alcuni secondi.

I ricercatori dell’Università di Stoccolma hanno fatto di più: hanno infatti fotografato alcuni volontari dopo 2 ore dall’aver somministrato loro o un placebo o una dose di molecole dell’Escherichia coli, un batterio che sollecita il sistema immunitario e che può far pensare di avere l’influenza.

Successivamente è stata mostrata l’immagine a 62 partecipanti che in pochissimo tempo dovevano stabilire se i soggetti fossero malati. In questo modo è stato individuato l’81% degli influenzati.

I criteri degli intervistati per stabilire che avesse l’influenza e chi no sono stati appunto:

  • pelle e labbra più pallide
  • palpebre cadenti
  • faccia gonfia
  • angoli della bocca cadenti
  • occhi arrossati
  • pelle poco lucida e chiazzata
  • stanchezza

Secondo questa ricerca i segni del viso associati a pelle, bocca e occhi aiutano a capire se una persona è malata e potenzialmente contagiosa. E’ come se la specie umana avesse sviluppato una strategia per difendersi.

E voi unimamme cosa ne pensate? Anche voi guardate e fate attenzione a questi segnali?

Intanto vi lasciamo con il post che parla di come il mese e la stagione di nascita influenzano la salute da adulti.