Credits: La Stampa.it

In un istituto tecnico di Pavia uno studente è stato picchiato con violenza da un compagno di classe durante l’ora di Lettere. Ha una prognosi di 20 giorni.

L’ennesimo di caso di bullismo è avvenuto qualche giorno fa in un Istituto tecnico di Pavia. Un ragazzino di 15 anni è stato vittima di un compagno di classe che lo ha aggredito con estrema violenza.

I genitori dello studente, che hanno sporto denuncia ai Carabinieri, hanno affermato che non è la prima volta che il figlio viene bullizzato a scuola.

“Le umiliazioni andavano avanti da tempo”: i genitori del 15enne picchiato a scuola

Il grave episodio di bullismo è avvenuto in una classe dell’Itis Cardano di Pavia. Durante una lezione di lettere, uno studente di 15 anni che frequenta il secondo anno dell’istituto tecnico è stato insultato e poi preso a botte da un compagno.

Secondo quanto raccontato dal ragazzo, una volta in ospedale, il compagno gli avrebbe afferrato la testa e gliel’avrebbe sbattuta più volte e con molta violenza sul banco.  É stato portato al pronto soccorso Policlinico del San Matteo di Pavia dove i medici hanno diagnosticato un danno alla retina dell’occhio. Si spera che in quattro settimane possa migliorare, per il momento il ragazzo non ci vede più da un occhio.

I genitori del 15enne hanno deciso di sporgere denuncia, anche perché non è la prima volta che il figlio viene preso di mira dai bulli: “Ha riportato anche un serio trauma cranico. Prese in giro e umiliazioni che andavano avanti da tempo”. Quest’ultimo episodio sarebbe solo l’ultimo di una lunga serie di eventi.

La preside dell’istituto tecnico, Giancarla Gatti Comini, ha affermato che verranno presi dei provvedimenti importanti verso il responsabile del pestaggio, forse si arriverà anche alla bocciatura: “Ho chiesto una relazione dettagliata a tutti i docenti di quella classe per capire cosa sia realmente accaduto. Mi avevano riferito di una discussione e di un graffio, ma la cosa mi pare ben più seria”. La vicenda è anche al vaglio anche della procura del tribunale dei minori di Milano.

Era di solo qualche giorno fa la storia di una ragazza che è stata picchiata da tre compagne di scuola fino a farle perdere i sensi. Anche in questo caso gli insulti duravano da molto tempo e sono sfociati in un atto di violenza fisica.

Voi unimamme cosa pensate per questo ennesimo caso di bullismo? Ne eravate a conoscenza?

Non pensate che sia assolutamente necessaria un’azione coordinata tra scuola e famiglia per prevenire questi casi?