svezzamento con verdure

 

Volete che i vostri figli crescano forti e sani mangiando le verdure?

Ora la scienza ha trovato un metodo davvero brillante per realizzare tutto ciò.

Ricercatori dell’ University College di Londra hanno scoperto che proponendo ai bambini delle verdure nelle prime due settimane di svezzamento si ottengono ottimi risultati.

Svezzamento con verdure: quali risultati?

Lo studio è stato pubblicato sul  British Journal of Nutrition ed ecco come si è svolto:

  1. sono state reclutate mamme con bimbi sotto i sei mesi, provenienti da Inghilterra, Grecia e Portogallo
  2. ad alcune è stato chiesto di dare ai piccoli verdure a scelta per 15 giorni
  3. le mamme dovevano dare ai bimbi verdure con sapori diversi, come broccoli, spinaci e zucca
  4. le altre mamme seguivano le indicazioni per lo svezzamento dei rispettivi paesi
  5. tutte hanno dati ai figli purea di carciofi misurando quanto avevano mangiato e quanto gli era piaciuto

I ricercatori hanno così scoperto che a più bambini cui erano state date verdure diverse piaceva il purea, molti di più di quelli le cui mamme avevano seguito le linee guida dello svezzamento.

“Offrire ripetutamente ai bambini una varietà di verdure all’inizio dello svezzamento aumenta l’accettazione di queste nei Paesi in cui le verdure non sono date come primi cibi” dichiara la dottoressa Alison Fildes, co autrice della ricerca.

“In Inghilterra quando si introducono i purea vegetali spesso questi sono combinati con frutti come mele o pere addolcendo il cibo e mascherandone spesso il sapore” aggiunge la dottoressa.

In Portogallo, per esempio, le verdure vengono offerte come cibo primario e le zuppe di vegetali vengono date normalmente durante lo svezzamento.

In questo Paese infatti i livelli di assunzione di verdura dei bimbi sono i più alti.

Unimamme voi cosa ne pensate di questi risultati?

Cambierete idea sullo svezzamento dei vostri figli?

Nel frattempo noi vi lasciamo con qualche consiglio su come procedere in questo periodo.

 

 

 

 

(Fonte: Daily Mail.co.uk)