Greta Thunberg, di soli 15 anni, fa lo sciopero dalla scuola per il clima.

Ogni giorno, fino a domani, data in cui si svolgeranno le elezioni generali in Svezia, resterà seduta sul selciato davanti al Parlamento di Stoccolma per protestare contro il surriscaldamento globale.

Per sostenere la sua protesta Greta sta saltando la scuola, ma il suo scopo è forse più “elevato” di una lezione tra le 4 mura di un edificio scolastico.

Greta infatti cerca l’attenzione dei politici ancora poco impegnati a combattere il cambiamento climatico.

“Sto manifestando perché nessun altro fa, è una mia responsabilità morale farlo, voglio che i politici mettano la questione climatica tra le loro priorità e la considerino come una crisi vera e propria” ha dichiarato la ragazzina nel corso delle interviste alla stampa.

A chi l’ha criticata per il fatto di saltare la scuola la ragazzina ha risposto che è inutile studiare se poi la politica ignora il parere della scienza.

In Svezia, quest’anno sono state registrate le temperature più alte in 262 anni e questo ha fatto preoccupare molto Greta.

Non tutti i professori approvano la presa di posizione di Greta, ma almeno uno dei suoi professori è dalla sua parte.

“Greta è una piantagrane e non ascolta mai gli adulti ma stiamo andando incontro a una catastrofe e l’unica cosa ragionevole da fare adesso è essere irragionevoli” ha dichiarato Benjamin Wagner.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla su RaiNews?

Noi vi lasciamo con una ricerca su come la natura influenzi peso e salute dei bambini alla nascita.