In Italia, dopo anni, è in crescita il numero dei matrimoni

Dopo tanti anni in cui i giovani rifuggivano il matrimonio, finalmente c’è una controtendenza. Sempre più giovani decidono di sugellare il loro amore eterno

matrimonio

Era ora, dopo un periodo in cui si registravano sempre meno matrimoni finalmente si è in controtendenza. Tante le coppie che, lo scorso anno, hanno deciso di sugellare il loro amore con il sacro vincolo del matrimonio.

Il matrimonio è un passo importante così come lo ha descritto un papà in una lettera commovente destinata al figlio. Che lo abbiano capito anche i giovani innamorati?

Matrimoni in crescita: si torna a giurarsi amore eterno

Nel 2015, secondo un’indagine condotta dall’Istat, l’Istituto Nazionale di Statistica, si sono registrati circa 5.000 matrimoni in più rispetto al 2014. Un aumento che lascia ben sperare considerando che dal 2008 al 2014 gli stessi matrimoni erano diminuiti di quasi 10.000 l’anno.

L’età media degli sposi celibi è di 35 anni mentre quella delle donne nubili è di 32, per entrambe le ‘categorie’ quasi due anni in più rispetto al 2008, il che fa comprendere che si arrivi a questa importante decisione un po’ più tardi e forse con maggior consapevolezza.

Oltre alle prime nozze sono in aumento anche le seconde nozze, o successive, di fatto nel 2015 se ne sono registrate circa 3.000 in più rispetto al 2014, quasi il 10% in più.

Di contro, però, all’aumento del numero di matrimonio crescono, in modo esponenziale, le separazioni e questo, molto probabilmente è dovuto all’introduzione del cosiddetto ‘divorzio breve’, norma introdotta nel nostro sistema proprio all’inizio del 2015. A riprova di ciò il numero dei divorzi registrati nel 2015, ben 82.469, ovvero il 57% in più rispetto al 2014.

Un altro dato che si evince da quanto scritto dall’Istat è che al momento della separazione in media un matrimonio ha una durata di circa 17 anni e che i mariti hanno 48 anni mentre le mogli 45.

Altro dato che si evince è che le persone sposate con rito civile hanno più propensione alla separazione, cosa che, invece, diventa più difficile per le coppie sposate con rito religioso, probabilmente perché credendo nella sacralità del matrimonio hanno più difficoltà nel prendere tale decisione.

E voi unimamme cosa ne pensate del matrimonio? La vita di coppia è un compromesso, non ci si può arrendere alla prima difficoltà, i problemi se affrontati in due si risolvono meglio, sempre che ci sia l’amore e il rispetto per l’altra persona di fondo. Se ne avete voglia condividete le vostre esperienze con noi.

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta