Chirurgia estetica alla vagina: in aumento le richieste nelle under 18

In aumento le operazioni di chirurgia estetica alle zone intime delle giovanissime.

vaginaLa società pone sulle spalle delle donne tante inutili aspettative, come un aspetto filiforme, la cura dell’acconciatura, il seno che deve essere sempre tonico come a vent’anni, ecc… l’ultima novità è un’operazione di chirurgia estetica alla vagina, detta anche “ringiovanimento vaginale”.

Si tratta di una procedura che consiste nello stringere la pelle intorno alla vagina e dare nuova forma alle piccole labbra.

Solitamente questa richiesta proviene da donne che hanno partorito o che sono avanti con l’età, ma adesso qualcosa sta cambiando.

Secondo l’American Society for Aesthetic Plastic Surgery nel 2015 sono state 400 le ragazze americane sotto i 18 anni a richiedere la procedura. In un anno si tratta di un incremento dell’80%.

Operazioni di chirurgia estetica alla vagina in aumento in America

Dopo avervi raccontato di come siano in aumento le richieste di chirurgia estetica da parte delle giovanissime per rifarsi il seno o le labbra, questa volta però si va ancora oltre.

Per il New York Times sarebbero anche più di 400 considerando le operazioni effettuate dai ginecologi. Davanti alle perplessità degli stessi medici, l’American College of Obstetricians and Gynecologists ha varato delle linee guida sottolineando che tutti i medici dovrebbero rassicurare le loro giovani pazienti sul fatto che i loro corpi siano normali e in salute e magari suggerire altre procedure che potrebbero alleviare il malessere in quelle zone.

Nella guida c’è anche l’invito a prescrivere alle pazienti una visita per disordini psichiatrici, perché questo potrebbe instillare in loro l’ossessione di avere difetti fisici.

Solo il 2% delle operazioni di chirurgia estetica riguarda le ragazze sotto i 18 anni , ma queste rappresentano ben il 5% delle operazioni alle piccole labbra della vagina.

I motivi dell’aumento delle richieste sono legati all’estetica, uno studio del 2012 ha mostrato che il 70% delle donne da 12 a 20 anni si rasano o fanno la ceretta alle zone genitali, ma anche legati al maggiore accesso ad internet.

Ora è infatti più facile trovare immagini delle vulva. Spesso queste foto sono ritoccate e non rappresentano il vasto numero di variazioni per quanto riguarda il colore, la forma, la misura, ecc… di tutte le donne.

Il dottor Richard Swift, chirurgo plastico, ha sottolineato che mentre alcune desiderano farsi operare per migliorare le loro performance sessuali, altre lo vogliono solo per ragioni estetiche, di vanità. (perché convinte di stare meglio con pantaloni aderenti ad esempio). “Alcune persone che sentono che le piccole labbra della vagina sono più grandi si sentono a disagio” aggiunge Swift.

A seconda dell’intensità di questi sintomi essi possono essere il segnale di un disordine dismorfico., per il quale sussiste una vera e propria fobia di come “appariamo” derivante da una visione distorta del proprio aspetto esteriore.

Unimamme voi cosa ne pensate? E cosa direste alle vostre figlie se vi chiedessero un’operazione simile?

Noi vi lasciamo con qualche suggerimento sulla salute della vagina.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta