Un bambino molto “solo” ha ricevuto una fantastica sorpresa per il suo compleanno (FOTO)

Roman è un bimbo molto solo che non riceve mai inviti per le feste e non ha amici. Allora la sua mamma ha lanciato un’iniziativa via Facebook diventata virale.

solitudine


 

Per un bambino le feste di compleanno sono tutto, vogliono dire stare con gli amici, divertirsi, sentirsi parte di qualcosa ed esserne esclusi può essere un dolore terribile.

In 7 anni, il piccolo Roman ha ricevuto solo 1 invito e questo, a poco a poco, ha rischiato di spezzargli il cuore.

Il piccolo ha problemi di linguaggio ed è molto timido, forse per questo i suoi compagni lo ignorano e a niente sono valsi tutti i tentativi della sua mamma per cercare di farlo integrare con i suoi amichetti.

“In 7 anni ha ricevuto un solo invito. Capisco che costi non poco organizzare una festa e che i bambini vogliano solo i loro migliori amici intorno” ha riferito Molly, la mamma di Roman.

mamma e figlio


 

In passato la donna si è offerta persino di pagare affinché il figlio potesse partecipare a una di queste feste, ma è stato inutile. “Tornava a casa da scuola piangendo tutti i giorni. Lo sconvolgeva il fatto di non avere amici” ricorda la donna.

Così, giunti tristemente all’undicesimo compleanno di Roman, Molly ha deciso di prendere in pugno la situazione e di lanciare un appello via Facebook.

Roman non ha nessun amico e spesso si addormenta piangendo per questo. Nei primi 7 anni di scuola elementare gli abbiamo organizzato delle feste, una volta abbiamo affittato una piscina invitando 40 bambini e sperando si facesse degli amici, ma in 7 anni è stato invitato solo una volta alle feste.

Qualche volta piange chiedendo se riceverà qualche invito per una festa e noi gli rispondiamo di no. Ho chiamato i suoi amici chiedendo se potevo pagare per l’invito e stare con lui per dargli un’occhiata ma non ha funzionato. 

Roman è un adorabile bambino che ha delle difficoltà. Dovendo tornare a scuola dopo Pasqua ha pianto per due giorni dicendo che nessuno gli avrebbe chiesto come erano state le sue vacanze ma che invece sarebbero stati felici di rivedere tutti gli altri compagni di scuola.

Non riesco nemmeno a spiegare quanto siano stati strazianti questi ultimi anni passati a vedere il mio bel bambino così sconvolto, tanto spesso.

Quando gli ho chiesto se volesse invitare qualcuno per la festa ha detto che non voleva…

Ha detto che non andrà al viaggio di fine anno coi compagni perché nessuno vorrebbe sedersi vicino a lui sul bus o condividere una camera.

Se i genitori dei bambini della sua scuola invitassero i figli a dirgli buon compleanno o gli facessero avere una cartolina di auguri, per lui questo significherebbe molto, lo farebbero sentire popolare per una volta”.

borsa con lettere


 

Secondo Molly questa situazione dipende dalle difficoltà di comunicazione di Roman “ha un ritardo col linguaggio, gli altri faticano a capirlo”.

In poco tempo il post della mamma è diventato virale e la donna ha cominciato a ricevere messaggi dai 4 angoli del mondo, dall’Uganda, dalla Norvegia, dall’Austria.

Siccome il piccolo sogna di diventare regista ha ricevuto doni anche dalla NASA, dalla 20th Century Fox e da un regista.

“Speravo che qualche compagno di scuola gli regalasse un biglietto di auguri, ma il post è diventato virale e ora arrivano auguri da tutto il mondo” ha commentato la mamma, felice.

roman con lettere


 

“Il momento esatto in cui ho capito che il post era diventato virale è stato quando mi hanno scritto dall’Uganda chiedendomi come fare per inviare un biglietto di auguri” ha aggiunto Molly.

“Mio figlio è stato sopraffatto dalla gentilezza delle persone, è corso giù dalle scale e si è buttato tra le mie braccia: sto piangendo di gioia, ha detto” così si è espressa la mamma.

Quel giorno infatti tanti bambini gli avevano consegnato biglietti di auguri.

Unimamme, anche se a noi può sembrare strano che ci sia un bimbo completamente senza amici purtroppo questo è quanto accaduto a Roman.

bimbo con lettere


 

Noi speriamo che questa vicenda possa aiutarlo a combattere la sua sua solitudine e a stabilire dei legami coi suoi compagni e che il suo prossimo compleanno sia affollato di persone che lo amano.

Tante hanno già dimostrato di farlo.

Questa storia ci ricorda quella del ragazzo con la Sindrome di Down che per il compleanno ha chiesto migliaia di cartoline di auguri per farlo felice.

A volte basta poco no?

 

ceste lettere


 

(Fonte: Daily Mail.co.uk)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta