“Cara mamma arrabbiata, ama te stessa e i tuoi difetti”

Troppe volte ci si lascia dominare dalla rabbia e ci si scorda del bello e del buono che ci circonda, in una parola dell’abbondanza… Una lettera prova a ricordarcelo.

mamma arrabbiataQuante volte ci ritroviamo, nostro malgrado, con un diavolo per capello, riversando, poi, la nostra rabbia sui nostri figli? Tante volte, forse troppe.

Per tale motivo, una mamma Shawn Fink, conosciuta come lo Yoda delle mamme, prova ad insegnare alle donne a prendersi cura di sé per potersi prendere meglio cura delle loro famiglie e lo fa tramite un sito “Abundant mama” e dei corsi online.

Una lettera per una mamma arrabbiata

Shawn esorta le mamme a placare la loro rabbia, e lo fa con una lettera aperta indirizzata ad una ipotetica mamma.

 

 

Cara mamma arrabbiata

oggi hai visto rosso. Ti sei nascosta in un angolo, a piangere. Seriamente ti sei chiesta come diamine si può resistere un altro minuto, per non parlare di un altro giorno. Non sei sicura di essere tagliata per questa cosa della maternità. Non sei sicura di essere in grado di rimanere forte, come sai bisogna essere. Ma è qui il punto, il bello.

Il tuo bambino, i tuoi figli, hanno bisogno di te e non hanno bisogno della mamma arrabbiata. Hanno bisogno della mamma che è piena di disponibilità e di amore.

Non intendo dire che hanno bisogno di qualcuno. Intendo dire che hanno bisogno di te. Hanno bisogno del tuo odore. Del tuo tocco delicato. Del tuo caloroso sorriso. Delle tue parole ferme. Del tuo sguardo per metterli in guardia di un pericolo.

Hanno bisogno di te perché non importa ciò che tu senti in questo momento, tu sei ciò che hanno bisogno di vedere, sentire, annusare e toccare.

Non è facile. Non lo è mai. A volte non è nemmeno divertente.

E il più delle volte ti senti così sola.

Ma questo è il tuo viaggio e questo momento è solo un momento di dolore da superare. Devi usare questo momento per prenderti cura di te stessa. Tu non vuoi aggrapparti a questa rabbia e permettergli di rubare la tua gioia. Invece, falla uscire, sentila e poi vai oltre fino ciò che è buono. C’è sempre del buono all’orizzonte.

E’ un brutto momento, non una brutta vita.

E’ una brutta giornata, non una brutta settimana.

E’ una cattiva decisione, non un bambino cattivo.

Quando sappiamo questo siamo in grado di superare i nostri momenti difficili più facilmente e trovare la stupefacente bellezza che ancora esiste quando la vita non è perfetta.

Si chiama abbondanza.

Essere una mamma abbondante significa essere la luce di cui la tua famiglia ha bisogno. Significa vedere il bene quando nessun altro può vederlo. Significa scegliere di mantenere la tua gioia oggi a ogni condizione. Significa amare te e tutti i tuoi difetti.

Ed anche del tuo bambino.

Così la prossima volta che ti arrabbi ritorna a questa lettera. Ritorno a questa saggezza. Ritorna al tuo centro dove tutto va bene perché sei proprio dove hai bisogno di essere in questo momento. Essendo la mamma del tuo bambino.”

Alcune mamme, di risposta a questa lettera, si sono sentite spalleggiate e capite e hanno condiviso le loro tecniche per riuscire a placare la rabbia. Ecco quanto consigliato da alcune di loro:

  • fare un respiro profondo
  • ascoltare musica
  • leggere
  • andare a letto presto
  • coltivare un hobby
  • pulire casa
  • fare yoga.

E voi, unimamme, che ne pensate di questa lettera? Vi ha toccato? Come fate per ritornare serene?

 Noi vi lasciamo con la bellissima lettera di un papà a una mamma.

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta