Le donne incinta hanno il diritto di lamentarsi senza essere giudicate

Le donne hanno diritto di lamentarsi in gravidanza, devono essere comprese e ascoltate e non essere giudicate.

Donna e gravidanza diritto a lamentarsi

Quelli che dicono che la gravidanza è uno stato di grazia mentono.

Purtroppo l’attesa viene denominata dolce ma forse in molti non sanno cosa significa:

  • i primi 3 mesi si vomita in continuazione – alcune non lo fanno ma comunque c’è sempre la nausea a dare fastidio
  • tutti gli odori forti improvvisamente sono insopportabili
  • il corpo cambia e comincia ad assumere delle nuove forme prima sconosciute
  • man mano che la pancia cresce diventa più difficile dormire o camminare
  • alla fine della gravidanza ti manca il fiato
  • e quando sei agli sgoccioli cominci ad avere paura del parto, ti chiedi se sentirai troppo dolore e se la tua vagina sarà la stessa di prima.

Tutto questo però non bisogna dirlo, perché si deve mantenere l’immagine della donna felice che porta in sé una vita. E se ti lamenti sei un’ingrata, perché tu sei incinta mentre in tante non possono avere figli. Come ti permetti? Il problema è che ti fanno sentire in colpa anche per il fatto di respirare.

Occorre dire la verità: ecco cosa servirebbe alle donne incinta

Sarah Cotrell ha scritto su scarymommy un decalogo (+1)  su come dovrebbero comportarsi i parenti e amici della futura mamma quando è in dolce attesa, perché vale sempre il concetto che per “crescere un figlio ci vuole un villaggio”.

La donna deve essere supportata in maniera rispettosa e affettuosa.

Cosa sarebbe davvero fantastico per una mamma?

1- Chiedimi come mi sento. Non come sta mio marito, i miei figli o il cane. Io.

2- Ascoltami attentamente senza dare consigli

3- Offrimi una torta o una bistecca o dei sottaceti. Penso dipenda dalle mie voglie

4- Raccontami una storia divertente (dopo che ho svuotato la mia vescica, ehm)

5- Portami fuori per pranzare o offriti di lavare i piatti quando voglio riposare

6- Chiedimi se ho bisogno di qualcosa, come sottaceti, una torta o una bistecca

7- Chiedimi di massaggiarmi i piedi

8- Aiutami a distrarmi con cose che mi rendono contenta (come i nomi dei bambini e vedi anche al numero 3 e al numero 5)

9– Ripeti la numero 2

10– E anche la numero 3 in buona quantità

11- Sii gentile e compassionevole: in altre parole un essere umano decente.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Firma: Valentina Colmi

Notizie Correlate

Commenta