24 consigli per difendersi dalle zanzare

La bella stagione porta con sé luce, giornate divertenti ma anche il fastidioso “zzz” delle zanzare! Vediamo come difendere il più piccoli dalle irritanti punture di questi insetti.

 zanzare

Ogni stagione ha le sue delizie e le sue…croci! Personalmente la luce dell’estate mi ripaga dal fastidio del caldo e delle zanzare, ad esempio, ma sicuramente per i più piccoli il problema delle zanzare non è di poco conto.

Zanzare: come difendersi

Vediamo insieme quali sono le strategie migliori per difendersi dagli irritanti pomfi causati dal pizzico di questi piccoli insetti.

Ambiente
Per proteggere i bambini è necessario innanzitutto adeguare l’ambiente domestico.

Ecco cosa è meglio fare:

  • scegliere come piante da davanzale i gerani, che hanno un odore poco gradito alle zanzare;
  • evitare le acque ristagnanti, occhio ai sottovasi delle piante, che sono l’habitat preferito delle zanzare;
  • accendere candele di citronella;
  • posizionare piastrine elettriche o le spirali antizanzare a base di piretrina, solo all’aperto o in locali ben aerati.

Zanzariere
A proposito di zanzariere ricordate che:

  • se possibile cercate di installarle in casa, in commercio ne trovate anche quelle “fai da te” a prezzi accessibili;
  • fino ai 12 mesi posizionatele sempre  sui  passeggini e le carrozzine.  Di solito vengono fornite con l’acquisto stesso del passeggino o carrozzina, ma comunque potete trovare in commercio quelle cosiddette “universali” che si adattano a tutti i tipi di passeggini o carrozzine.

Abbigliamento
Non essendo possibile, dato il caldo, coprire per bene la pelle dei piccoli, può essere d’aiuto scegliere i colori meno “attraenti” per le zanzare! Quali? Un sitoci fornisce una classifica:

  • nero (più attrattivo)
  • rosso (molto attrattivo)
  • blu (neutro)
  • verde
  • giallo
  • bianco (meno attrattivo).

Anche se tale ordine non vale per tutti i tipi di zanzare può aiutarci a contrastarle grazie solo alla scelta di un colore!

Cameretta
Come siamo attente fuori dobbiamo impegnarci a “bonificare” anche la stanzetta dove dormono i più piccoli.

Ecco come:

  • zanzariere alle finestre,
  • insetticida al bisogno,
  • porte chiuse durante il giorno.

Repellenti
Innanzitutto ricordiamoci di usarli sempre con cautela sulla pelle dei bambini, e  in genere è sempre consigliabile:

  • scegliere prodotti a base di estratti vegetali (lavanda e geranio),
  • scegliere prodotti privi di sostanze chimiche,
  • ricordarsi di usarli occasionalmente,
  • ricordarsi di non metterli sulle mani perchè il bambino potrebbe ingerirli,
  • per comodità scegliere se possibile un formato tascabile.

Nel caso di puntura
E se comunque le accanite zanzare, malgrado tutte le nostre strategie, sono riuscite a pungere ecco cosa fare:

  • applicare una crema lenitiva ed idratante per rinfrescare e attenuare il prurito,
  • in caso di prurito ostinato si può scegliere (sempre dopo consiglio del pediatra)  una crema antistaminica,
  • evitare pomate al cortisone per i più piccoli,
  • se la puntura ha interessato zone delicate come occhi o le labbra è consigliabile sentire il pediatra prima di scegliere la terapia.

Infine, ripetete ai vostri bambini che nei ristagni la zanzara ci sguazza o per dirlo con le parole del sito dedicato “Mosquitoweb”: dove l’acqua ristagna… per la zanzara è una cuccagna! 😉

Noi vi invitiamo a leggere anche 14 utili rimedi contro le zanzare.

Firma: Claudia Lauricella

Notizie Correlate

Commenta